26 Gennaio 1995, quando Myers segnò 87 punti in una partita

Oggi, 26 Gennaio 2015, si festeggia una ricorrenza che vede protagonista uno dei più grandi giocatori di basket italiani della storia. Sto parlando di Carlton Myers che, il 26 Gennaio 1995, nel corso della partita di campionato giocata da Rimini (squadra di Carlton) contro Udine, mise a segno il record assoluto di punti per il campionato professionistico italiano: 87 punti!

Carlton Myers a quei tempi era l’astro nascente del basket italiano. Con il Basket Rimini conquista due promozioni consecutive portando la sua squadra dalla B1 alla serie A. Nella stagione 1991/92, a soli 21 anni, Myers è capace di  segnare 26,8 punti a partita in serie A2 e si guadagna la prima convocazione in Nazionale. Nell’Estate del 1992 passa a Pesaro con la formula del prestito biennale, e nel 1994 con la Scavolini raggiunge la sua prima finale scudetto (persa contro la Virtus bologna). Ma dopo il biennio a Pesaro non viene riscattato dalla Scavolini, quindi decide di tornare a Rimini in serie A2, dove gioca una sola stagione, quella degli 87 punti contro Udine.

Non sto qui ad elencare le prodezze di Carlton Myers, gli almanacchi sportivi sono pieni delle sue imprese. Ricordiamo solo quella magica serata contro Udine. Gli 87 punti (36 segnati nel primo tempo e 51 nel secondo) furono frutto di un 14/22 da due punti, 9/19 da tre punti e 32/35 ai tiri liberi. Il risultato finale della partita: Rimini-Udine 147-99.

Con i suoi 87 punti Carlton ha staccato di 10 lunghezze Sandro Riminucci, una delle bandiere delle scarpette rosse milanesi, che nella stagione 1963/64 nella partita di serie A tra Milano-La Spezia (101-46 il finale) di punti ne segnò 77. A quei tempi non esisteva ancora il tiro da tre punti, ma Carlton Myers avrebbe siglato il suo primato anche senza il tiro da tre punti.

Quanto ci mancano giocatori italiani del calibro di Carlton Myers?

26 Gennaio 1995, quando Myers segnò 87 punti in una partita
26 Gennaio 1995, quando Myers segnò 87 punti in una partita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *