30 di David Stern nella NBA. Ora la pensione

Da oggi David Stern va in pensione dopo 30 anni come Commissioner della NBA. L’annuncio risale ormai al 25 Ottobre 2012, quando Stern dice che avrebbe detto basta esattamente 30 anni dopo la sua nomina a capo della Lega. Era il 1 Febbraio 1984 quando Stern diviene il quarto Commissioner nella storia della NBA, succedendo a Larry O’Brien.

Stern prese il comando della NBA in un moneto in cui la Lega era piena di problemi, era un prodotto poco appetibile, con una scarsa visibilità a livello mondiale. In 30 anni Stern è riuscito a rivoltare come un calzino la NBA,portandola diventare un fenomeno globale, la Lega basket più famosa del mondo, un vero e proprio business che oggi vale 5,5 miliardi di dollari.

Parlando solo di numeri la NBA in questi 30 anni ha visto salire gli incassi da 165 milioni fino a 5,5 miliardi di dollari. Il merchandising è passato da 35 milioni a 3 miliardi di dollari e lo stipendio medio dei giocatori è passato da 290mila a 5,7 milioni di dollari. Numeri da capogiro, con l’appel della NBA che a livello mondiale è passato dai 2 paesi in cui venivano trasmesse le partite nel 1984 fino ai 215 paesi in cui è visibile oggi.

Il lavoro di Stern è andato avanti negli anni. Prima ha ripulito e rilanciato l’immagine della NBA grazie a Magic Johnson, Doctor J, Larry Bird e Michael Jordan, che sono stati i veri motori trainanti della Lega in America e nel Mondo. Poi ha portato delle regole dure, su tutte prima le norme antidroga (un’indagine dice che nel 1982 il 75% dei giocatori faceva uso di droga) e poi duro dress code che hanno dato smalto e brillantezza alla NBA. Poi l’espansione della Lega con quattro squadre a fine anni Ottanta  con Miami e Minnesota nel 1989 e Charlotte e Orlando nel 1990, poi l’arrivo a 30 franchigie con lo sbarco in Canada a Toronto e Vancuver.

Stern ha portato nella NBA i primi giocatori non americani, con la firma di Marciulonis e poi quelle di Drazen Petrovic, Vlade Divac, Alexander Volkov e Tony Kukoc. Ha dato vita anche al primo torneo open della storia disputato dalle squadre NBA in Europa, il McDonald’s Open. Sempre lui porta per la prima volta alle Olimpiadi di Barcellona del 1992 una nazionale americana con giocatori NBA, il favoloso Dream Team. E poi la storia recente, con la NBA in Europa, fino alle divise a mezze maniche ed i soprannomi dei giocatori sulle maglie.

Stern ed il suo primo Draft, nel 1984, con Hakeem Olajuwon scelta n°1 di Houston
Stern ed il suo primo Draft, nel 1984, con Hakeem Olajuwon scelta n°1 di Houston

Non a caso Stern è stato unanimemente riconosciuto come il miglior dirigente sportivo di sempre. Ora la palla passa ad Adam Silver…..

Stern passa la palla della NBA ad Adam Silver
Stern passa la palla della NBA ad Adam Silver

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *