A Udine secondo KO consecutivo per la Fiorentina

Secondo KO consecutivo in campionato per la Fiorentina che esce sconfitta dal Friuli di Udine per 3-1 dopo essere passata in vantaggio con  Gonzalo Rodriguez. L’inizio di questo 2013 è amaro per i viola che in entrambe le occasioni hanno dominato la partita dal punto di vista del gioco, ma hanno peccato di imprecisione e di poca determinazione in zona gol. La sconfitta potrebbe però essere utile in casa Fiorentina per riportare tutti con i piedi per terra dopo i voli pindarici che tutti (compreso il sottoscritto, lo ammetto) avevano fatto dopo il gran finale di 2012 che aveva proiettato la squadra di Montella al 3° posto in classifica.

Purtroppo ancora una volta i viola devono recriminare sia per i loro errori in zona gol, ma soprattutto per le decisioni arbitrali che hanno punito Jovetic e compagni favorendo il pareggio ed il vantaggio dell’Udinese entrambi firmati da Di Natale. Avrà avuto poco da ridire questa volta il pessimo Piangiolin (o Guidolin che dir si voglia) che prima ha visto assegnare alla sua squadra un rigore per un fallo avvenuto su un giocatore in fuorigioco e poi nella ripresa si è visto convalidare un gol in cui Di Natale era ancora in offside. Il terzo gol invece è nato da una papera di Neto che regalato il 3-1 a Muriel e la vittoria ai friulani.

Insomma, un peccato, perchè la penalizzazione arbitrale nei confronti della Fiorentina è stata evidente. Nonostante il fair play mi piacerebbe vedere la società alzare la voce in tal senso perchè i punti lasciati per strada per colpa dei fischietti iniziano ad esser pesanti.

TESTA ALLA COPPA ITALIA

Ora la squadra deve concentrarsi sulla Coppa Italia. Mercoledì 16 Gennaio al Franchi arriva la Roma ed una vittoria darebbe l’accesso alle semifinali in una competizione a cui squadra e società tengono moltissimo. Speriamo che la consueta spinta del Franchi sia il valore aggiunto per questa Fiorentina e che oltre ai complimenti per il bel gioco mercoledì arrivi la vittoria.

IL NAPOLI ALLA FINESTRA

La prossima giornata di campionato sarà il vero banco di prova per la Fiorentina. A Firenze arriva il Napoli, la squadra più in forma del momento insieme alla Lazio, per una partita che determinerà in buona parte il futuro della squadra di Montella in campionato. Una vittoria vorrebbe dire rilanciare le proprie ambizioni per un  posto importante in Europa. Ma non sarà per niente facile.

MERCATO

Dopo l’acquisto di Rossi si è fermato il mercato in entrata della Fiorentina. Pradè  e Macia lavorano per portare alla corte di Montella un rinforzo in attacco ed uno a centrocampo. Sul fronte offensivo è ormai fatta per Larrondo, che però dovrebbe prendere semplicemente il posto di Seferovic. Oltre all’argentino però i viola cercheranno di aggiungere un’altra pedina in attacco che possa dare una mano a Toni e Jovetic. A centrocampo manca un vice-Pizzarro. Dovrebbe arrivare l’argentino Vecino, che però a causa del passaporto da comunitario non ancora a disposizione verrà tesserato solo a Giugno. Si insegue anche Schelotto, ma le milanesi sono in vantaggio e Pradè non vuole partecipare ad aste al rialzo. Forse Macia tirerà fuori dal cilindro qualche altro colpo all’estero come fatto in estate. I due dirigenti gigliati meritano la fiducia dei tifosi viola per quanto e per quanto faranno in futuro.

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina
Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *