Alla larga da Huawei

Alla larga dai prodotti Huawei

Si, avete letto bene, il mio consiglio spassionato è quello di stare alla larga dai prodotti Huawei. Come mai? Beh, semplicemente perchè il prodotto acquistato si è rivelato un pacco tremendo, ma soprattutto perchè la Huawei mi ha fornito (forse sarebbe meglio dire “non fornito”) un’assistenza di bassissimo livello, quasi inesistente.

Il prodotto Huawei comprato è uno smartphone, il Sonic, che ad un primo impatto sembra un prodotto valido, soprattutto in relazione al rapporto qualità/prezzo. Ed è stato un buon prodotto fino a quando ha funzionato, ovvero per circa 3 mesi (giorno più giorno meno).

Poi lo smartphone ha smesso di funzionare e per un problema all’antenna (presumo) non è più stato possibile ricevere il segnale del mio gestore telefonico. Allora lo mando all’assistenza, ritorna indietro nel giro di due settimane, ma il problema che aveva lo smartphone al momento della spedizione è sempre presente: nessun segnale ed impossibilità di utilizzare il telefono per telefonare, mentre tutte le altre funzioni vanno alla grande. Allora decido di rimandarlo subito all’assistenza, stessa trafile e stesse due settimane di attesa per riavere il telefono che con mia sorpresa, al momento del ritiro presenta sempre lo stesso problema. Ed inizio a chiedermi: lo avranno provato prima di rimandarlo indietro non funzionante? Non rimane che rimandarlo in assistenza per la terza volta sollecitando la risoluzione del problema e consigliando la sostituzione.

Oggi è la terza volta che mi viene riconsegnato il telefono dopo il suo viaggio in assistenza. Anche stavolta due settimane di attesa. Ma purtroppo non è ancora possibile utilizzare il telefono, perchè nonostante la sostituzione, quando lo accendo un messaggio mi dice “inserire la SIM”. Ma la SIM è già inserita!!! Benissimo, l’avranno anche sostituito, ma non è ancora possibile utilizzare lo smartphone che domani verrà riportato in assistenza dove presumibilmente starà altre due settimane.

Ma Huawei non si rende conto dell’assistenza ridicola che sta fornendo ad un suo cliente (prima ed ultima volta) e della figura da terzo mondo che sta facendo? Ma davvero non se ne rendono conto? Ma soprattutto conviene ad Huawei continuare così? Con i soldi spesi nelle poche decine di minuti di assistenza dedicati ogni volta e quelli spesi per il corriere che ogni volta deve spedire avanti e indietro il telefono, a quest’ora potevano avermi cambiato il telefono già un paio di volte e ci avrebbero guadagnato. Io ovviamente andrò avanti ad oltranza, fino a quando non avrò fra le mani uno smartphone funzionante, anche a costo di dover spedire il telefono in assistenza ogni due settimane fino a quando non sarà scaduta la garanzia.

Huawei Sonic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *