Arbitri e infortuni colpiscono la #Fiorentina

Dopo la pausa della Nazionale di calcio si attendeva a gloria la terza giornata di campionato per iniziare a capire quale sarebbe stato il primo scossone alla classifica. La Fiorentina Domenica all’ora di pranzo ha giocato contro il Cagliari una partita che possiamo definire “da dimenticare” sotto tutti i punti di vista e che si è conclusa in parità sul risultato di 1-1.

Partiamo dall’arbitro della gara, che ha recitato il ruolo di protagonista assoluto. Partiamo dalla fine, quando sul punteggio di 1-1 ha negato un rigore evidentissimo alla Fiorentina nel momento in cui Giuseppe Rossi è stato atterrato nell’area di rigore dei sardi. Ma il buon De Marco aveva già indirizzato la partita nella prima parte di gara, quando aveva permesso ai rossoblù di fermare a più riprese i giocatori viola con le buone e anche con le cattive, senza mai tirar fuori un cartellino giallo. Dopo il rigore non assegnato uno sconsolato David “Pek” Pizarro, che aveva ancora in mente lo “scherzetto” del’ultima giornata dello scorso anno, ha urlato all’arbitro “che non era cambiato nulla rispetto allo scorso anno”. Cartellino Rosso ed espulsione per il mediano viola.

Ma giornataccia dei viola non è dovuta solo all’arbitro, ma anche agli infortuni di Gomez a Cuadrado. L’attaccante tedesco ha riportato una lesione di secondo grado ai legamenti del ginocchio destro che lo terrà lontano dai campi per 2 mesi. Il colombiano ha riportato la lussazione della spalla che lo obbligherà a 3 settimane di stop.

Per la Fiorentina poteva essere l’occasione buona per prendere 2 punti di vantaggio su Juventus e Inter, restando in testa alla classifica con Napoli e Roma che dopo 3 giornate sono le uniche due squadre a punteggio pieno.

Tornando all’arbitraggio la cosa che lascia perplessi è l’atteggiamento della Lega Calcio del referente della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A, tale Stefano Braschi. Ovviamente nel dopo gara Montella era furioso con De Marco per le sue sviste arbitrali, ma Braschi ha liquidato l’allenatore della Fiorentina dicendo che preferisce “stendere un velo pietoso” sul comportamento dell’allenatore gigliato. Questi qua fanno una marea di cazzate, non le ammettono ed addirittura evitano il confronto con i diretti interessati ergendosi sul classico piedistallo. Sono a dir poco vergognosi! Ed a Braschi consiglio vivamente di assumere una badante, credo ne abbia proprio bisogno.

Nonostante questi anni di Fair Play spero bene che la Fiorentina inizi ad alzare la voce ed a farsi sentire dopo il trattamento che sta continuando a ricevere anno dopo anno da questa classe arbitrale incompetente. Mi aspetto una bella sparata a zero anche da parte di Diego Della Valle che in queste occasioni è sempre molto bravo a dire senza peli sulla lingua le cose come stanno.

Andando avanti così verrebbe davvero voglia di smettere di guardare lo sport che in Italia è definito “il più bello di tutti” ma che lascia tutti ogni giorno più perplessi.

Mario Gomez a terra dopo l'infortunio
Mario Gomez a terra dolorante dopo l’infortunio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *