Balotelli imbarazzante

Un'entrataccia di Balotelli

La situazione di Mario Balotelli diventa ogni giorno più imbarazzante. Ormai anche il suo allenatore, Roberto Mancini, ha perso ogni speranza di poter recuperare questo giocatore dal talento indiscutibile ma che allo stesso tempo mostra di essere privo di cervello. Mancini dopo l’ennesima espulsione dell’attaccante ha sancito quello che fra pochi mesi sarà ufficialmente il divorzio fra Balotelli ed il Manchester City.

Nella partita giocata il giorno di Pasqua contro l’Arsenal Balotelli ha rimediato l’ennesima espulsione per un fallo da dietro che gli è costato il secondo giallo, espulsione che però sarebbe dovuta arrivare già nel primo tempo per un’entrata vergognosa a gamba tesa su Song.

E’ evidente che Balotelli non riesce a gestirsi in campo, ed ora anche Roberto Mancini ne paga le conseguenze, perchè il comportamento irritante e senza regole dell’attaccante ha creato diversi problemi all’interno dello spogliatoio del City dove i compagni di squadra non ne possono più dei comportamenti di Mario.

Mancini stavolta non perdona l’espulsione a Balotelli e dopo il match contro l’Arsenal ha dichiarato: “E’ un ragazzo d’oro, ma non possiamo rischiare di restare sempre in dieci. Con noi ha chiuso, lo venderemo“.

Prova a trovare giustificazioni il suo procuratore, Mino Raiola secondo cui “a Mario manca l’Italia“. Bella scusa, complimenti!

Ora non ci rimane che vedere cosa farà Prandelli, ma la soluzione può essere una sola, ovvero quella di allontanare Balotelli dalla Nazionale perchè un giocatore del genere non può e non deve rappresentare l’Italia all’interno del rettangolo di gioco. Il CT ha provato a smorzare i toni dichiarando “valuterò le immagini del fallo da espulsione di Mario, se si tratta di fallo di gioco non applicheremo il codice etico“. Beh, l’entrataccia su Song è senza dubbio da codice etico e la decisione di Prandelli non può che essere quella di escludere Balotelli dalla Nazionale.

Prandelli mostra la porta a Balotelli? Sarebbe l'ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *