Basket Serie A – Ecco i playoff!

James White di Sassari

A dire il vero i playoff sono già iniziati ieri sera, ma saranno ancora lunghi e speriamo imprevedibili fino alla fine. Sono partiti i quarti di finale al meglio delle 5 partite con la formula 2-2-1, con Siena, Cantù, Milano ed Avellino che hanno il fattore campo a loro favore.

Partiamo subito dalle due partite giocate ieri sera. A Milano la neopromossa Sassari ha sbancato il Forum, ribaltando il fattore campo e mettendo nei guai la milionaria Armani Jeans che sta riuscendo nell’impresa di giocare la stagione più brutta degli ultimi anni. Ieri i sardi si sono presentati a Milano senza il loro faro, il playmaker Diener che Peterson alla vigilia aveva descritto come il giocatore più pericoloso per loro. Dopo la sconfitta 70-71 di ieri secondo il “Nano ghiacciato” l’assenza di Diener è stato un vantaggio per Sassari. Mah?!? Comunque sia Milano, dopo l’infortunio di Maciulis (stagione finita per lui) ha fatto una mossa stranissima sul mercato, andando a prendere un extracomunitario (Coby Karl) che ha obbligato Peterson a mettere fuori anche Pecherov. Praticamente i giocatori a disposizione sono rimasti 9. Lo Scudetto ora come ora mi pare solo un’utopia. Sassari non finisce più di stupire, quindi non si può che fare i complimenti a coach, squadra e Società per quello che stanno facendo.

Nell’altra partita giocata ieri Cantù ha spazzato via una Varese malconcia. La serie può chiudersi facilmente con uno sweep a favore dei canturini, che ieri sera hanno messo in mostra un gioco invidiabile, con una pulizia di esecuzione ed una tranquillità quasi disarmante per gli avversari. Su tutti Micov è apparso il vero uomo in più, ma tutta la squadra ha giocato alla grande. L’avversaria di Siena per la finale sembra già designata.

Stasera la Virtus Bologna va a far visita a Siena, che negli ultimi due anni non ha mai perso una partita di playoff. L’impresa di sbancare Siena è pressochè impossibile, ma con dei talenti offensivi come del calibro di Rivers, Winston e Koponen una piccola chance potrebbero anche averla, anche se ovviamente i favori del pronostico sono tutti per i campioni uscenti. Probabilmente da oggi Pianigiani dovrà scegliere quali sono i 6 stranieri su cui puntare di base in questi playoff, perchè continuare a ruotarne 8 potrebbe essere controproducente.

L’ultima partita dei quarti sarà quella di Avellino, dove a far visita agli irpini arriverà la Benetton Treviso. Forse è la serie più aperta, con i veneti che sono in crescendo in questo finale di stagione. Ma coach Vitucci, mandato a casa l’anno scorso da Treviso, avrà voglia di levarsi qualche altro sassolino dalle scarpe e con l’MVP Omar Thomas dalla sua parte l’approdo in semifinale è ampiamente alla portata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *