Basket serie A: un terzetto in fuga

C’è un terzetto in fuga nel campionato di serie A di Basket composto dalla capolista Varese, dal Bancosardegna Sassari e dai Campioni d’Italia uscenti ella Montepaschi Siena. La classifica si sta delineando ed è spezzata in tre tronconi. Dietro le fuggitive c’è un gruppone di 7 squadre racchiuse in due punti, poi altre 6 squadre che ora come ora si stanno giocando la salvezza.

PRIMO STOP PER VARESE

La capolista Varese ha subito la prima sconfitta stagionale (91-87) sul campo di Roma. I capitolini stanno giocando un ottimo campionato ed insieme alla squadra di Vitucci sono a mio avviso la più grossa sorpresa di questo campionato. Varese comunque ha fatto vedere di non essere in testa alla classifica per caso e nella prossima giornata contro Montegranaro potrà riprendere la propria marcia.

SASSARI SBANCA MILANO

L’impresa della giornata è senza dubbio la vittoria di Sassari sul campo di Milano. I sardi ormai sono una splendida realtà di questo campionato e si candidano per un ruolo da protagonista, perchè la squadra di Sacchetti può davvero puntare in alto grazie all’esperienza e la maturità che sta acquisendo. Per Milano invece continuano i soliti problemi che vedono le “scarpette rosse” come la più grossa incompiuta del campionato, un’accozzaglia di giocatori che fatica a coesistere in campo e che soprattutto non ha la volontà e la dignità di giocare e difendere insieme. Ed a questo punto sembra che anche coach Scariolo sia in difficoltà nella gestione di questo gruppo allestito male pur spendendo tanti soldi. Intanto la Società milanese ha disposto il ritiro per la squadra per tutta la settimana.

OTTAVA SINFONIA PER SIENA

Si avvicina alla vetta la Montepaschi Siena che dopo la sconfitta casalinga subita contro Milano ha messo 8 vittorie in fila tra Campionato ed Eurolega. La squadra del bravissimo coach Banchi, smantellata in estate, sta iniziando a viaggiare spedita nonostante gli infortuni (Eze e Kemp) ed i problemi con alcuni giocatori (Kasun, che ha rescisso, e lo stesso Kemp che è in odore di taglio). Ora la Società è chiamata ad intervenire sul mercato per fare gli ultimi aggiustamenti e puntare ancora una volta allo Scudetto.

CANTU’ FA FATICA

Cantù, nonostante i tanti complimenti che sta ricevendo, sta facendo fatica. In campionato ha 12 punti frutto di 6 vittorie e 4 sconfitte, l’ultima delle quali all’overtime contro Caserta. In Eurolega invece la squadra di Trinchieri è già fuori dai giochi. Forse c’è bisogno di un piccolo bagno d’umiltà per tornare ad essere la splendida favola degli ultimi anni.

LE DUE VIRTUS CI SONO

Roma e Bologna nonostante il ridimensionamento estivo continuano a fare un buon campionato e si giocano entrambe un posto nei playoff. Calvani e Finelli stanno facendo un buon lavoro nonostante i roster modesti a loro disposizione e dopo 10 giornate si trovano addirittura davanti ad una superpotenza come Milano.

VENEZIA E PESARO IMBARAZZANTI

Senza dubbio i lagunari ed i marchigiani sono le due più grosse delusioni di questo inizio di stagione. Venezia sembrava potesse aspirare ad un campionato di vertice, ma anche qui come nel caso di Milano è evidente che l’accozzaglia di giocatori non sempre fa una squadra, con Mazzon che non ha le idee ben chiare su quelle che sono le gerarchie interne al proprio roster. Pesaro ha un roster non all’altezza della situazione e le dimissioni di Ticchi sono state un segnale ben chiaro verso la Dirigenza. Markovski ha di fronte a se un duro lavoro da fare per provare a salvare la squadra dalla retrocessione.

Bobby Brown (MPS) in Siena-Avellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *