Bentornata Alfa Romeo! Il marchio italiano torna in Formula Uno dopo l’accordo con la Sauber

Il prossimo anno il marchio Alfa Romeo tornerà in Formula Uno grazie all’accordo di collaborazione con la Sauber. Ad annunciarlo è stata proprio la scuderia svizzera che, tramite un comunicato stampa, ha fatto sapere che la prossima stagione la squadra prenderà il nome di “Alfa Romeo Sauber F1 Team”. L’accordo porta la firma di Sergio Marchionne, che con una mossa sia sportiva che commerciale è riuscito a riportare il marchio del Biscione nel Circus. Sì, perché l’Alfa Romeo ha fatto la storia della Formula Uno, visto che è stata la scuderia che ha vinto i primi due titoli mondiali. Nel 1950 fu Nino Farina ad aggiudicarsi il titolo iridato, che poi venne bissato nel 1951 dal grandissimo Manuel Fangio. L’Alfa Romeo è considerata a tutti gli effetti la “mamma della Ferrari“, come si può facilmente intuire dalle parole del grande Enzo Ferrari che nel 1951 a Silverstone, quando Gonzalez su Ferrari tagliò per primo il traguardo davanti all’Alfa di Fangio, dichiarò: “Oggi ho ucciso mia madre“.

il marchio Alfa Romeo tornerà in Formula Uno
Nel 2018 il marchio Alfa Romeo tornerà in Formula Uno

L’accordo siglato tra Alfa Romeo e Sauber rappresenta un passo significativo nella ricostruzione del brand Alfa Romeo che torna da protagonista in Formula Uno 1 dopo un’assenza di 32 anni, visto che l’ultimo anno in cui ha partecipato al mondiale è stato il 1985 (anche se poi rimase l’azienda italiana come fornitore di motori fino al 1988).

L’Alfa Romeo Sauber F1 Team avrà come pilota di riferimento il giovane Charles Leclerc, il pilota monegasco campione della GP3 Series 2016 e della Formula 2 nel 2017 che nel 2016 è entrato a far parte della Ferrari Driver Academy.

In questo accordo l’Alfa Romeo non avrà un semplice ruolo di sponsor, perché con i tecnici della Sauber ci sarà una vera collaborazione tecnica, che significa uno scambio di idee e conoscenze. Infatti i tecnici del Biscione saranno direttamente impegnati nel progetto Formula Uno della nuova monoposto che ovviamente sarà motorizzata . In questo modo la Scuderia Ferrari avrà un vero e proprio Junior Team (così come Red Bull e Mercedes) nel quale, oltre a Charles Leclerc, potrebbe trovare spazio anche Antonio Giovinazzi.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *