Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio

Pesto alla Genovese

Questo weekend farò una bella gita a Genova e la tappa principale sarà l’acquario di Genova. Allora mi son detto: “vediamo un’pò se c’è un posticino bellino dove andare a mangiare il vero pesto alla genovese“. Mi sono così imbattuto per caso nel sito ufficiale del Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio.

Sì, avete letto bene, a Genova fanno anche i campionato mondiali sulla preparazione del famoso pesto al mortaio e questo fine settimana inizierà la fase eliminatoria che prenderà il via alle ore 11.00 presso il Municipio Medio Levante. Potrebbe essere l’occasione per vedere con i propri occhi come si prepara il pesto alla genovese e magari per scattare qualche fotografia nel caso sia possibile. Se poi ci scappasse anche un assaggino non sarebbe male…….

Il Pesto è fortemente identificato con Genova e con la Liguria e l’Associazione Palatifini con il Campionato Mondiale cerca di tutelare la ricetta tradizionale promuovendone la qualificazione e la cultura.

Il primo libro gastronomico che parla del pesto è “La Cuciniera Genovese”, di Gio Batta Ratto, che risale al 1863.

Ecco la ricetta ufficiale del pesto alla genovese:

Ingredienti: 4 mazzi (60-70 g. in foglie) Basilico Genovese D.O.P., garanzia della tipicità di profumo e sapore, 30 g. Pinoli, 45-60 g. Parmigiano Reggiano Stravecchio grattugiato, 20-40 g. Fiore Sardo grattugiato (Pecorino Sardo), 1-2 Spicchi d’Aglio di Vessalico (Imperia), 10 g. Sale Marino Grosso, 60-80 cc. Olio Extra Vergine di Oliva “Riviera Ligure” D.O.P., dolce e fruttato, esalta il profumo del Basilico e del condimento.

Preparazione: Bisogna lavare in acqua fredda le foglie di basilico e metterle ad asciugare su di un canovaccio senza stropicciarle. Nel mortaio si pesta uno spicchio di Aglio insieme ai Pinoli. Una volta ridotti in crema, si aggiungono alcuni grani di Sale e le foglie di Basilico non pressate a riempire la cavità. Si pesta il Basilico con un dolce movimento rotatorio del pestello sulle pareti. Ripetere l’operazione. Quando il Basilico stilla un liquido verde brillante, aggiungere i formaggi,Parmigiano Reggiano e Fiore Sardo. Versare a filo l’Olio Extra Vergine d’Oliva Riviera Ligure D.O.P., ideale per sposare tutti gli ingredienti senza sopraffarli. La lavorazione deve terminare nel minor tempo possibile per evitare problemi di ossidazione.

Il Logo del Campionato Mondiale del Pesto Genovese al Mortaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *