Chris Paul ai Lakers: Stern dice no

Per CP3 e Kobe ancora un anno da avversari

E’ saltato il colpo dell’anno nella NBA, ovvero il mega scambio che avrebbe portato Chris Paul a vestire la casacca n°3 dei Los Angeles Lakers. Ad affare praticamente concluso Stern ha posto il veto su questa operazione penalizzando di fatto tutte e 3 le franchigie interessate nello scambio.

L’arrivo di Chris Paul avrebbe permesso ai Lakers di far partire con una grande spinta il nuovo progetto dei losangelini, iniziato in estate con l’arrivo di coach Mike Brown sulla panchina gialloviola. La squadra ha bisogno di essere ringiovanita e CP3 sarebbe stato un bel punto di partenza. Perso lui l’obbiettivo n°1 dei Lakers potrebbe diventare Dwight Howard.

Pollice verso per il commissioner David Stern. La NBA è proprietaria degli Hornets e quindi Stern ha deciso di far saltare l’affare dopo che alcuni proprietari avevan polemizzato sullo scambio che secondo loro avrebbe fatto diventare i Lakers troppo forti. Ora ci rimettono tutti, sia i Lakers, ma anche i Rockets e soprattutto gli Hornets. Oltretutto le 3 franchigie si troveranno in squadra dei giocatori ormai ceduti che non saranno certo contenti di essere stati trattati come pacchi poi rispediti al mittente. Sulla questione è intervenuto anche un certo Magic Johnson che ha evidenziato come la NBA, in un momento in cui ha poca credibilità, non abbia certo fatto la mossa più giusta.

Intanto i Lakers hanno ceduto praticamente gratis Lamar Odom ai Mavs liberando 9 milioni di dollari di spazio salariale. Odom era uno dei giocatori interessati nel mega scambio che lo avrebbe portato agli Hornets.

Ora bisognerà vedere se CP3 chiederà comunque una trade, oppure se aspettera di essere free agent la prossima stagione per poi accasarsi dove vuole, magari proprio ai Lakers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *