Come son bravi gli italiani a criticare (i Mondiali di ciclismo a Firenze)

C’è uno sport in cui l’Italia trionferà sempre. Peccato che non sia uno sport riconosciuto, ed a guardarlo bene non è nemmeno troppo divertente. Però è così facile da praticare che gli italiani ci si buttano a testa bassa, sicuri di riuscire ad aver successo in qualche modo. Perchè bisogna ammetterlo, siamo veramente i numeri uno noi italiani nel criticare qualsiasi tipo di iniziativa.

Gli esempi potrebbero andare avanti all’infinito, ma oggi mi focalizzo sui Mondiali di Ciclismo che si svolgeranno a Firenze.

Ovviamente a Firenze si è alzato il vento delle polemiche sull’organizzazione dei Mondiali di Ciclismo e sulle problematiche alla viabilità che causerà questo Evento. Sì, proprio così, si tratta di un Evento con la E maiuscola, perchè Firenze non ha mai ospitato un evento del genere. Ma a Firenze si rompe le palle per le questioni logistiche e per i disagi che questo Evento potrebbe causare.

Per organizzare i Mondiali di Ciclismo la città ha dovuto rinunciare a 3800 posti auto nel centro della Città, posti auto che sono stati rimpiazzati con altri 4200 posti provvisori dislocati altrove. Per cercare di evitare disagi sono state potenziate le linee ferroviarie e ci saranno in giro per la città sia professionisti che volontari per cercare di garantire ai cittadini il funzionamento dei servizi indispensabili. Ma a Firenze si rompe le palle ugualmente, perchè magari per attraversare la città ci vorranno 10′ in più, o magari toccherà prendere la bicicletta o qualche mezzo pubblico per spostarsi. Una faticaccia.

I Mondiali di Ciclismo sono un evento di portata mondiale, seguito in diretta da quasi 200 TV in tutto il Mondo e che ha un indotto di quasi 500 milioni di euro. Gli alberghi della Città (e non solo) sono già pieni e la città sarà presa d’assalto nei giorni dell’Evento. Ma c’è gente che non riesce a guardare le cose oggettivamente. Si tratta di un evento straordinario, una manifestazione che la Toscana accoglie per la prima volta negli 80 anni circa che esistono i Mondiali di Ciclismo. Dovremmo apprezzare gli sforzi fatti per l’organizzazione di questo Evento, per le centinaia di indicazioni stradali già presenti da giorni in tutta la cittá, con la chiusura delle strade prevista solo durante le ore della gara, dunque la mattina e la sera si circola benissimo. Perdere un paio di giorno di lavoro e/o trovarsi immersi nel traffico per un paio di giorni in occasione di un grandissimo evento sportivo e culturale non cedo possa essere un dramma. Ma noi italiani siamo veramente i numeri uno noi italiani nel criticare qualsiasi tipo di iniziativa. Forse allora un ci si merita davvero niente…..

Per informazioni sull’evento: Info Mondiali di Ciclismo

Mondiali di ciclismo 2013 a Firenze
Mondiali di ciclismo 2013 a Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *