Crisi Pacers, Spurs con il miglior record della Lega

Continua la crisi degli Indiana Pacers che nella notte a Dallas hanno perso la quarta partita consecutiva (105-94 il finale) lasciando il miglior record della Lega ai San Antonio Spurs (46-16) del nostro Marco Belinelli. I Pacers attualmente sono 46-17 e ad Est sono seguiti degli Heat fermi a 43-17 dopo la sconfitta i casa dei Bulls.

Paul George e compagni stanno faticando enormemente in questo periodo post All Star Game soprattutto da un punto di vista difensivo ed in queste partite la media dei punti subiti è stata di 100,7 punti a partita, un’enormità in confronto agli 89,8 punti a partita concessi fino a quel momento. Toccherà a coach Vogel trovare la soluzione a questo momento no dei suoi ragazzi per cercare di rimettere in carreggiata la squadra con l’obiettivo di mantenere almeno il primato ad Est dove i Pacers si giocheranno molte delle loro chances per il titolo contro i Miami Heat.

Crisi per i Pacers di Paul George
Crisi per i Pacers di Paul George

Continua il periodo d’oro dei San Antonio Spurs che arrivano al miglior record della Lega con una serie aperta di 6 vittorie consecutive che coincide con il ritorno in campo di un vero e proprio uomo squadra: Kawhi Leonard. La squadra di Popovich ha vinto 9 delle ultime 10 partite e sta iniziando a ritrovare il Danny Green che avevamo ammirato nei Playoff 2013. Se gli Spurs riescono a mantenersi su questi livelli a Giugno potranno davvero giocarsi le loro chance per il titolo.

Gli Spurs con il "fattore" Kawhi Leonard
Gli Spurs con il “fattore” Kawhi Leonard

Continuano a non convincermi gli Oklahoma City Thunder (46-17) che sono riusciti a perdere addirittura contro i derelitti Lakers (114-110 allo Staples). Sembra impossibile, ma con Russel Westbrook in campo i Thunder continuano a far fatica e toccherà a Scott Brooks dare alla sua squadra l’alchimia giusta in vista del finale di stagione.

Continuano a vincere gli Houston Rockets (44-19), che ad Ovest hanno il terzo miglior record. I Rockets sono una squadra che non mi piace e che non mi sta per niente simpatica, quindi spero con tutto il cuore che il loro cammino nei prossimi playoff sia il più breve possibile.

Continua la strepitosa stagione dei Chicago Bulls (35-28) che nel Sunday Game NBA hanno sconfitto i campioni in carica dei Miami Heat con un’altra grande prova di Joakim Noah. La squadra di Thibodeau sta andando contro ogni pronostico dopo l’infortunio di Rose e la cessione di Deng ed ormai è a un passo dai playoff. Ci manca solo che riesca a resuscitare Jimmy Fredette. La mia nomination per il coach of the year non può che andare al coach dei Bulls per il gran lavoro che sta facendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *