Crollo AJ. Cantù in finale con Siena

Scariolo, prossimo allenatore di Milano (foto Gazzetta)

La batosta era nell’aria da tempo e si è materializzata al Forum domenica sera, quando Cantù ha espugnato il campo di Milano chiudendo la serie di semifinale sul 3-1 conquistando la finale scudetto dopo ben 30 anni.

La stagione di Milano era iniziata con proclami di vittoria in Italia e con delle grosse aspetative in europa. Ma ancora una volta Proli e la sua band hanno fallito alla grande e stavolta non potranno nemmeno aggrapparsi alla famosa scusa del budget.

Bucchi prima e Peterson poi hanno fallito sul campo ogni tentativo di riportare l’Olimpia ai fasti di un tempo, non riuscendo a sfruttare nemmeno questa volta l’enorme sforzo economico fatto da Armani.

Questa volta però sembra che il punto di partenza possa cambiare, perchè a quanto pare il nuovo progetto triennale dell’Olimpia verrà affidato a Sergio Scariolo, coach della Spagna campione d’Europa, che dovrebbe diventare una sorta di factotum all’Olimpia vestendo sì i panni di allenatore, ma accompagnati da ampissimi margini di manovra anche in fase di mercato. Svanita la possibilità di arrivare ad Ettore Messina, accasatosi ai Lakers come assistant coach, senza dubbio Scariolo era la miglior scelta possibile considerando che ovviamente non si poteva sperare di arrivare ad un Obradovic o ad un Pianigiani.

Di solito per proseguire nella crescita una squadra non deve essere stravolta ogni estate, cosa che puntualmente ha fatto Milano in questi anni senza ottenere risultati. Cambia il manico, quindi è bene che la squadra sia costruita ad immagine e somiglianza del nuovo coach che senza dubbio ripartirà da un nucleo di almeno 5/6 giocatori per ricostruire la peggiore AJ degli ultimi anni.

Intanto Cantù si gode questa incredibile impresa, costruita e programmata anno dopo anno su basi solide. Ora l’attende l’imbattibile Siena e sono sicuro che la squadra di Trinchieri riuscirà a far meglio del cappotto che Milano ha subito nelle ultime due stagioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *