E’ solo un gioco

Il calcio è solo un gioco. Anzi, forse è meglio dire che il calcio dovrebbe essere solo un gioco. Sì, perchè purtroppo non sembra affatto che sia così, soprattutto qua in Italia dove viene visto e vissuto con troppa enfasi, dove gli viene attribuita troppa importanza. Ogni giorno è sempre peggio, ogni giorno c’è n’è sempre una nuova da raccontare.

Ieri abbiamo visto un uomo (Delio Rossi, ormai ex allenatore della Fiorentina) aggredire fisicamente un suo giocatore (Adem Ljajic) dopo che questo lo aveva deriso e probabilmente offeso per la sostituzione dopo appena 30′ di gioco. Delio Rossi ha perso la testa ed ha preso a cazzotti Ljajic di fronte a tutti. Un fatto gravissimo che evidenzia come da tutte le componenti in gioco questo sport sia vissuto con troppo stress, con troppa pressione, con troppa importanza.

Lo scorso fine settimana c’era stata la rissa al termine di Udinese-Lazio, ed anche qui erano volate spinte e schiaffi fra giocatori e dirigenti, mentre a Roma il capitano Francesco Totti è andato sotto la curva dai tifosi per scusarsi per la prestazione della propria squadra. Sempre i tifosi erano stati protagonisti la settimana precedente a Genova, quando avevano fermato la partita fra Genoa e Siena obbligando i giocatori rossoblù a togliersi la maglia perchè secondo loro erano indegni di indossarla.

E poi c’è il famoso calcioscommesse la cui storia ogni giorno si arricchisce di nuovi capitoli, per non parlare di calciopoli il cui ricordo è ancora vivo e vegeto.

Per fortuna questa stagione sta volgendo al termine, perchè si sta rasentando il ridicolo in uno sport che dovrebbe essere solo un gioco, in uno sport che non è malato ma in fin di vita. Il calcio è agli sgoccioli, è vicino ad un punto di non ritorno e solo la forza economica delle televisioni e degli sponsor secondo cui “the show must go on” lo stanno tenendo in vita. Mancano 10 giorni, poi urge fare un bel reset, da parte di tutti, vincitori e vinti, onesti e disonesti e provare a ripartire.

Batistuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *