Ferrari al bivio

Alonso con il casco speciale per Monaco

Sono passate appena 5 gare del Mondiale di Formula1, ed alla vigilia del GP di Monaco la Ferrari si trova già ad un bivio. Fare punti importanti a Montecarlo provando a riavvicinarsi ai rivali vorrebbe dire avere ancora qualche piccola chance per il titolo iridato, mentre un’altra batosta asncirebbe in modo totale il fallimento dell’intera annata.

Nelle 5 gare fin qui disputate Vettel ha fatto registrare 4 vittorie ed un secondo posto grazie ai quali ha già acquisito 117 punti nel mondiale ed un margine di 41 punti su Hamilton (2°) ed addirittura di 67 punti su Alonso (5°).

Oggi come oggi Alonso sembra essere l’unico uomo veramente da Ferrari all’interno della Scuderia del Cavallino che 2 giorni fà ha silurato Aldo Costa, ormai ex direttore tecnico e capo progettista della Ferrari, promuovendo al suo posto Fry. Una scossa che ci voleva, anche e soprattutto perchè fino ad oggi è stata proprio l’aereodinamica il punto debole della Ferrari ed allo stesso tempo il punto di forza di una straordinaria Red Bull. Gli altri punti deboli della rossa oggi come oggi sembrano essere uno Stefano Domenicali che non appare in grado di reggere la guida del Team ed un secondo pilota, Felipe Massa, sempre più lontano dai top driver e non all’altezza di una Ferrari.

Montecarlo è un circuito atipico, dove l’aereodinamica conta il giusto e dove la bravura del pilota almeno in prova fa la differenza. Alonso non deve quindi lasciarsi scappare la possibilità di fare una grande qualifica, perchè un’eventuale pole position  darebbe allo spagnolo un’occasione più unica che rara visto lo scarso potenziale di cui dispone oggi la Ferrari.

Alonso a Monaco correrà con un nuovissimo casco (vedi foto Gazzetta) che poi utilizzerà anche Singapore per poi essere messo all’asta con il ricavato che finirà in beneficenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *