Ferrari: Mondiale in bilico

Appena 4 gare fa quello di quest’anno sembrava un Mondiale che la Ferrari sembrava avere già in tasca, con Alonso che aveva ben 42 punti di vantaggio su Sebastian Vettel. Ma complici un paio di incidenti che hanno coinvolto Alonso al via ed un lento sviluppo della monoposto da parte della Ferrari il vantaggio del pilota spagnolo sugli inseguitori si è assottigliato tanto che oggi il vantaggio su Vettel è di appena 4 punti iridati con ancora 5 gare da correre.

Come detto purtroppo la Ferrari sta pagando a caro prezzo due incidenti al via causati dalle Lotus di Grosjean (a SPA) e Raikkonen (a Suzuka) che hanno tolto dei punti importanti ad Alonso in due gare in cui la Ferrari aveva dimostrato di avere un buon passo gara. Soprattutto a Suzuka il secondo posto di Felipe Massa ha fatto capire che comunque in condizioni di gara la Ferrari può dire la sua a provare a giocarsela anche contro monoposto che appaiono più competitive della rossa.

Ma non è solo la sfortuna la causa di questo momento negativo della scuderia del cavallino rampante. La Ferrari infatti non sta sviluppando la macchina abbastanza velocemente come invece stanno facendo le altre scuderie. Red Bull e McLaren sono cresciute moltissimo in questo ultimo periodo, mentre la rossa sta facendo troppa fatica. Alonso ha dichiarato che essere al comando del Mondiale è un mezzo miracolo e restare in testa fino al termine della stagione sarà difficilissimo nel caso in cui la macchina non riesca a migliorare velocemente.

Mancano 5 gare alla fine del Mondiale e la storia recente dice che la Red Bull è favorita in 4 di questi GP, con l’incognita del circuito di Austin dove si corre per la prima volta in Formula Uno. Ce la faranno gli uomini in rosso? Montezemolo ha provato a spronare la squadra dichiarando che il futuro è nelle loro mani. Ma purtroppo ora come ora sembra che il titolo stia andando dritto dritto verso Sebastian Vettel che in caso di trionfo iridato conquisterebbe il suo terzo Mondiale consecutivo.

Alonso in testacoda dopo il contatto con Raikkonen al via
Alonso in testacoda dopo il contatto con Raikkonen al via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *