Finale NBA: gli Spurs avanti 2-1

Dopo la batosta rimediata in gara2 all’American Airlines Arena di Miami, i San Antonio Spurs hanno risposto da grande squadra in gara3 rifilando una bella batosta (113-77) a Lebron James e compagni e portando la serie sul 2-1 in loro favore.

Come in gara2, anche stavolta il risultato finale della partita è stato determinato dalla prestazione di squadra. I padroni di casa hanno messo in campo una grande determinazione, ma soprattutto hanno risposto presente con tutti i giocatori scesi in campo. Duncan, Parker e Ginobili hanno potuto contare sul prezioso contributo dei vari Leonard, Neal, Green, Splitter per affondare il colpo, con gli Heat che invece hanno fatto esattamente l’opposto dei loro avversari. Mario Chalmers, uno dei più positivi di Miami in gara2, praticamente non si è mai visto, così come la maggior parte dei compagni di Lebron James. L’MVP della stagione sta faticando contro l’attenta difesa degli Spurs e non può assolutamente fare a meno del contributo dei compagni di squadra. L’unico che c’ha provato è stato Miller, che ha aperto la sua partita a suon di triple, che però non sono servite per tenere in partita i suoi.

La Finale NBA ora diventa veramente interessante e gara4 potrebbe essere la chiave di volta verso il Titolo. Una vittoria degli Spurs darebbe a Duncan e compagni una serie di 3 match ball portare a casa il Larry O’Brien Trophy. Una vittoria degli Heat invece riporterebbe la serie in parità, ma soprattutto restituirebbe il fattore campo a Miami.

Per gli Spurs c’è Tony Parker in dubbio per gara4. Il playmaker francese ha riportato un risentimento alla coscia destra nel corso di gara3 e la sua presenza nella prossima partita è incerta. Coach Pop potrebbe risolvere la situazione lanciando Manu Ginobili nello starting five, una mossa che potrebbe avere un doppio significato. L’argentino non ha brillato nelle prime 3 partite, quindi la sua presenza in quintetto potrebbe essere importante non solo per sostituire Tony Parker, ma anche per dare al nativo di Bahía Blanca un’iniezione di fiducia.

Ormai mancano poche ore alla palla a due e la sfida di questa notte sembra essere veramente molto interessante. Chi la spunterà? La mia speranza è che finisca punto a punto come gara1, perché nelle ultime due partite c’è stato troppo “garbage time”.

113-77 per gli Spurs sugli Heat in gara3
113-77 per gli Spurs sugli Heat in gara3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *