Finale Scudetto: stasera gara-2

Sabato sera, al PalaEstra, il primo punto valevole per la Finale Scudetto 2012 del Basket se lo è aggiudicato Siena. Stasera si replica, sempre in Toscana, sempre al PalaEstra, dove Siena e Milano si troveranno di fronte per giocare gara-2.

La partita di questa sera sarà molto importante, quasi determinante, per il proseguo della serie. Per arrivare a 4 vittorie la strada è lunga sia per i campioni in carica, sia per gli sfidanti, ma la vittoria di una o dell’altra squadra indirizzerà l’andamento della sfida.

Milano deve provare in tutti i modi a vincere, perchè se non ribalta subito il fattore campo, diventerà più difficile farlo in una eventuale gara-5 oppure in un’ipotetica gara-7.

Anche Siena dovrà cercare di far sua la partita per poi non ritrovarsi sotto un’enorme pressione nelle successive due partite che si giocheranno al Forum, già esaurito da giorni sia per gara-3 che per gara-4.

Quindi sì, la partita di questa sera sarà importantissima per entrambe le squadre, anche se non decisiva ovviamente.

Gara-1 ha fatto vedere come Siena abbia dalla sua un’incredibile esperienza in queste situazioni. Ha provato a chiudere la partita nella prima parte di gara ed è riuscita a contenere il ritorno di Milano nel finale. I lombardi di coach Scariolo invece hanno commesso delle grosse disattenzioni, una su tutte la tripla di Thornton sulla rimessa con 2″ da giocare, che in una finale non ti puoi permettere.

Siena soprattutto ha trovato un superbo Bo McCalebb che ha letteralmente dominato la partita, ben assistito da Thornton e Andersen, ma a livello di squadra i toscani possono far molto di più di quanto fatto vedere sabato sera.

Per Milano invece si è fatto sentire l’infortunio dopo 4′ di gioco di Fotsis e la prova sottotono di Bourousis, mentre hanno risposto presente Hairston che soprattutto Gentile.

Tatticamente abbiamo visto le due squadre giocare diversi minuti a zona, alternando spesso le difese, con Siena che in alcune occasioni ha anche accennato una zone-press. Stasera si riparte da zero, vediamo chi sarà più pronto a distanza di appena 48 ore ad affrontare questa partita. Chi vincerà?

Una nota su Jr Bremer di Milano. E’ inammissibile vedere in una Finale Scudetto un giocatore palleggiare ogni volta  commettendo evidentemente l’infrazione di palla accompagnata (il cosiddetto palming). Visto che soprattutto al buon Facchini piace molto fare il protagonista, ogni tanto potrebbe anche sanzionare questa infrazione che non si può proprio vedere.

Bo McCalebb: decisivo in gara-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *