Fiorentina: testa bassa e ripartire

Con la sconfitta di Catania si chiude il mese di Gennaio che per la Fiorentina è stato il peggior delle gestione Montella. Questo inizio di 2013 doveva essere quello della prova di maturità per i viola, ma tra campionato e Coppa Italia non è arrivata nemmeno una vittoria. Anzi, Pasqual e compagni hanno rimediato 3 sconfitte in campionato (tra cui quella pesante in casa con il Pescara) ed una in Coppa Italia ai supplementari contro la Roma. L’unico punto del 2013 è arrivato grazie al pareggio per 1-1 al Franchi contro il Napoli.

POCHE ENERGIE

La Fiorentina è arrivata alla pausa del campionato in palla, ma alla ripartenza si è trovata stanca, forse anche a causa della poca affidabilità delle riserve che non sono state all’altezza dei titolari quando sono state chiamate in causa.

SFORTUNA E SVISTE ARBITRALI

Contro i viola ci s’è messa anche la sfortuna, che ha penalizzato la squadra di Montella in molte occasioni fra pali, parate miracolose ed infortuni che hanno messo in seria difficoltà la Fiorentina. Se poi ci mettiamo anche dei clamorosi errori arbitrali contro il Pescara (un fallo da espulsione su Pizzarro non sanzionato, che poi ha costretto il cileno a saltare tutto il mese per infortunio), l’Udinese (due gol in fuorigioco) ed il Catania (manca un rigore su Toni) ecco che si spiega abbastanza bene il calo di risultati della Fiorentina.

PROBLEMA ATTACCO

Gli attaccanti non segnano e questo è un problema grosso. Soprattutto è sparito dalla circolazione Jovetic che dopo l’infortunio di inizio anno non è stato più lo stesso. Toni è in affanno, ed El Hamdoui in Coppa D’Africa. Ljajic non segna mai e quando ci va vicino viene fermato dai legni delle porte avversarie. Un attaccante di peso farebbe comodo, ma basterebbe ritrovare il miglior Jovetic che ad inizio anno era il capocannoniere della serie A.

MERCATO

Tra meno di 48 ore si conclude il mercato di Gennaio, e la Fiorentina si è mossa molto bene, soprattutto in prospettiva futura. Ad ore dovrebbe arrivare anche la conferma dell’acquisto di Momo Sissoko a centrocampo, ma in molti si aspettano un ultimo colpo a sorpresa per l’attacco. Si parla di Quagliarella, ma l’importante è che il suo arrivo non sia poi un lasciapassare per un trasferimento di Jovetic alla Juventus in estate.

SFRUTTARE L’OCCASIONE

La Fiorentina quest’anno deve cercare di sfruttare l’occasione che ha di fronte e tornare in Europa. Una qualificazione in Europa League è alla portata in un anno di transizione per molte squadre come Inter, Milan e Roma e dove solo la Juve, il Napoli e la Lazio sembrano essere superiori ai viola ed alle altre. Bisogna sfruttare l’occasione e ci vorrà un gran mese di Febbraio per ripartire alla grande.

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina
Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *