Fiorentina travolgente: 4-1 al Siena

Ci si aspettava una gran partita della Fiorentina dopo lo scivolone dell’Olimpico della scorsa settimana, ed i viola hanno risposto subito presente. La squadra allenata (molto bene) da mister Montella entra in campo con l’atteggiamento giusto, schiacciando il Siena fin dal primo minuto di gioco e chiudendo i conti già nel primo tempo. Inizia Luca Toni con un colpo di testa che infila Pegolo al 16′, poi è sempre il bomber di Pavullo ad essere protagonista conquistando un rigore che David Pizzarro insacca sotto la Curva ferrovia. In chiusura di primo tempo Aquilani mette dentro il terzo gol che chiude definitivamente il match.

Nel secondo tempo è pura accademia, il Siena accorcia le distanze con il classico gol dell’ex firmato da Reginaldo, ma ci pensa ancora Luca Toni a chiudere i conti segnando la sua doppietta personale che vale il 4-1 finale. Prima del 90′ ci sarebbe l’occasione per portare a 5 le reti segnate, ma Aquilani sbaglia dal dischetto.

SQUADRA CON LA S MAIUSCOLA

La Fiorentina è una squadra con la S maiuscola. Si vede da come si divertono in campo i giocatori e da come si aiutano fra loro, da come festeggiano i gol dei compagni e dall’altruismo che c’è in campo. Gran gesto quello di Jovetic che al 18′ lascia calciare il rigore a David Pizzarro. Il Pek segna ed esulta braccia al cielo dedicando il gol alla sorella scomparsa la settimana scorsa. I giocatori si trovano a memoria in campo ed anche chi gioca meno quando scende sul terreno di gioco non fa rimpiangere i titolari.

LA CLASSIFICA SORRIDE

I risultati di questa giornata di campionato sorridono alla Fiorentina, che si avvicina al secondo posto, distante ora solo 2 punti. I viola salgono a quota 32 punti in classifica, alle spalle di Inter (seconda con 34 punti), Lazio e Napoli (appaiate a 33 punti). Si ferma la Roma, che cade sul campo del Chievo, ed ora  insegue i viola con 29 punti. Alle spalle però torna forte il Milan che segna altri 4 gol (contro il Pescara) ed infila la quarta vittoria consecutiva che fa salire la squadra rossonera a 27 punti. In testa vola la Juve, già campione d’inverno con 41 punti e lanciatissima verso lo Scudetto.

FORCING PRIMA DELLA SOSTA

Mercoledì la Fiorentina scende in campo a Udine per la Coppa Italia e poi sabato pomeriggio a Palermo c’è la penultima giornata di andata prima della sosta natalizia. Due partite importanti, due partite da vincere per continuare a correre su entrambi i fronti. La Coppa Italia può essere un obbiettivo importante, ma altrettanto importa sarebbe vincere a Palermo per rincorrere una posizione in classifica che possa valere la qualificazione alle Coppe europee.

Luca Toni – Doppietta al Siena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *