Fiorentina: un 2013 per sognare

Dopo la rivoluzione estiva firmata da Pradè e Macia ed il grande inizio della stagione 2012/2013 sotto la guida di Vincenzo Montella, la Fiorentina può e deve guardare al 2013 sognando in grande. L’anno solare si è chiuso con la schiacciante vittoria di Palermo (3-0 per i viola al Barbera) che ha regalato alla Fiorentina il 3° posto in classifica con 35 punti all’attivo alle spalle di Juventus e Lazio.

Ovviamente il 2013 si aprirà tra i sogni e le speranze dei tifosi viola, perchè quella che si presenta di fronte alla Fiorentina è un’occasione da non perdere. Sfruttare quest’anno di transizione di squadre come Milan, Inter e Roma sarà determinante per il futuro viola che possono aspirare ad un posto in Champions o comunque in Europa League che potrebbe far tornare Firenze tra le grandi del calcio europeo.

Se in estate, nel momento della rifondazione, a Firenze ci volevano andare in pochi, ora fuori dalla sede viola c’è la fila di procuratori che vorrebbero portare i propri assistiti alla corte di Montella, in una delle squadre che offre il miglior calcio del panorama calcistico italiano ed europeo.

Per proiettare in alto questa squadra basta poco, forse un attaccante e qualche piccolo acquisto in ottica futura che possa permettere a Montella di far rifiatare i titolari di tanto in tanto. Il sogno per l’attacco si chiama Di Natale, ma se non dovesse arrivare il 35enne dell’Udinese sono pronte alcune alternative anche per far fronte alla partenza di El Hamdoui per la Coppa d’Africa. Poi qualche aggiustamento qua e là per la lunga volata per la seconda parte della stagione.

Per arrivare al giro di boia c’è da giocare ancora con il Pescara, il 6 Gennaio al Franchi, alla ripresa del campionato dopo la sosta natalizia. Un’occasione da non perdere per “girare” a quota 38 punti il girone di andata e lanciarsi in un girone di ritorno che metterà le basi del prossimo futuro viola.

E voi cosa vi aspettate dal 2013 per la Fiorentina?

Fiorentina 2012/2013
Fiorentina 2012/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *