Formula 1: in Bahrain un grande Vettel ed una grande Ferrari. La Rossa potrà davvero puntare al titolo mondiale?

La Ferrari ha iniziato il Mondiale 2017 portando a casa, con Sebastian Vetteldue vittorie ed un secondo posto che confermano la bontà del progetto SF70H. A questo punto la domanda che si fanno sia i tifosi che gli addetti ai lavori è la seguente: la Rossa potrà davvero puntare al titolo mondiale?

La risposta è semplice: la Ferrari deve puntare al titolo iridato. Dopo tanti anni difficili, sembra che finalmente la Scuderia di Maranello sia tornata ai vertici della Formula Uno, iniziando la stagione con una vettura che forse è ancora leggermente inferiore alla Mercedes in termini di prestazione assoluta, ma che in gara è in grado di mettere in difficoltà le frecce d’argento. Inoltre sembra che quest’anno Vettel sia tornato ad essere il cannibale ammirato negli anni in Red Bull, dimostrando inoltre di essere straordinariamente veloce in condizioni da gara.

Nelle prime tre gare stagionali uno dei punti di forza della SF70H è stata la gestione degli pneumatici nel corso della gara. La nuova Ferrari riesce a far lavorare le gomme molto bene in ogni condizione e con tutti i tipi di mescola e risulta essere particolarmente efficace con il pieno di benzina. Inoltre in Bahrain la Ferrari è apparsa reattiva anche al muretto box, operando un intelligentissimo undercut con Vettel che ha permesso al tedesco di prendersi la prima posizione nella prima parte di gara (dopo che lo stesso Vettel aveva superato Hamilton alla prima curva del GP).

Vettel trionfa in Bahrain
Vettel trionfa in Bahrain

Quindi la base da cui parte la Ferrari è sicuramente ottima, ma nel corso della stagione sarà decisiva la capacità di riuscire a sviluppare la macchina. A differenza degli avversari, da questo punto di vista gli ingegneri italiani sono stati carenti negli ultimi anni, ma sembra che quest’anno il Reparto Corse di Maranello sia pronto a colmare queste vecchie lacune.

Ad oggi l’unico problema della Ferrari sembra essere Kimi Raikkonen che sia in prova che in gara è sempre stato meno performante del compagno di squadra. C’è bisogno che anche il finlandese cambi passo……

Chiudiamo con un piccolo ricorso storico. L’ultima volta che la Ferrari iniziò il mondiale con 2 vittorie nelle prime 3 gare è stato il 2007 (le vittorie poi diventarono 3 nelle prime 4 gare). Quell’anno andò piuttosto bene dal punto di vista sportivo, visto che si chiuse con il titolo iridato di Kimi Raikkonen…..

Vettel alla guida in Bahrain
Vettel alla guida in Bahrain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *