Formula Mercedes….

Più che Formula Uno andrebbe chiamata Formula Mercedes….. il dominio di Hamilton e Rosberg in Formula Uno sta diventando imbarazzante tanto che appare chiaro e scontato che il Campionato del Mondo di Formula Uno 2014 se lo giocheranno i due piloti Mercedes, con gli avversari che correranno solo ed esclusivamente per il 3° posto. Ed anche ieri nel Gran Premio del Bahrein la musica non è cambiata, con Hamilton che ha trionfato davanti a Rosberg.

La Mercedes ha dominato il 3° GP dell’anno conquistando ancora una volta la poleposition (Rosberg), la vittoria (Hamilton) ed il giro veloce in gara (Rosberg), lasciando a tutti gli altri solo le briciole. Il GAP tra le monoposto di Stoccarda e la concorrenza è impressionante sia in prova che in gara, distanza che difficilmente gli avversari riusciranno a colmare in tempi brevi. La chiave sembra essere soprattutto il Motore Turbo Mercedes, un’autentica bomba sia per quanto riguarda le prestazioni che per i consumi ridotti rispetto alla concorrenza. Ma oltre al motore sembra che in Mercedes siano riusciti a progettare una monoposto efficace anche a livello aerodinamico, capace di gestire bene le gomme ed efficace non solo in rettilineo, ma anche in curva.

Ma parliamo del Motore Turbo Mercedes che sta dominando la stagione. Anche ieri il podio è stato monopolizzato dai motori Mercedes come nella prima gara in Australia. In Bahrein nelle prime 8 posizioni sono stati ben 6 i motori Mercedes, con le Red Bull motorizzare Renault che hanno provato ad inserirsi tra i tedeschi con Ricciardo (4°) e Vettel (6°). Alonso e Raikkonen hanno dovuto accontentarsi rispettivamente del 9° e 10° posto finale, con i motori Ferrari che sono risultati i peggiori del lotto.

Dopo appena 3 GP la situazione della Ferrari è letteralmente imbarazzante. La macchina non è competitiva, ma soprattutto Alonso e Raikkonen si ritrovano tra le mani una monoposto con un motore privo di potenza che non può nulla sia contro le monoposto motorizzate Mercedes (Mercedes, Force India, Williams e McLaren), ma anche contro le Red Bull motorizzare Renault che sopperiscono alle carenze motoristiche con la loro grande efficienza aerodinamica. I piloti del Cavallino sembrano quasi rassegnati allo strapotere degli avversari, ed anche se cercano di essere ottimisti, nella loro testa sanno che un GAP del genere difficilmente può essere colmato. Ieri a 10 giri dal termine è rientrata ai box la Safety Car ed è ripartita la gara. Bene, in quei 10 giri i due piloti Ferrari hanno perso oltre 30″ dai piloti Mercedes, una media di 3″ al giro…. da brividi.

Il duello tra le Mercedes in Baharain
Il duello tra le Mercedes in Baharain

Tornando al GP del Bahrein, possiamo dire che dopo due GP anonimi ieri abbiamo visto finalmente un grande spettacolo. In testa Hamilton e Rosberg se le sono date di santa ragione, con l’inglese che l’ha spuntata sull’arrembante Nico. Nonostante la gara sempre in testa di Hamilton, fra i due c’è stata battaglia, con Rosberg che ha provato a superare il compagno di squadra in più occasioni, dando vita ad un bellissimo duello. Ma anche nelle posizioni di rincalzo si è vista una bella gara nella quale Ricciardo ha fatto vedere di avere il piede pesante andandosi a prendere un bellissimo 4° posto finale condito da un gran sorpasso al compagno di squadra Sebastian Vettel. Ci sono stati sorpassi e controsorpassi un’pò da parte di tutti, Ferrari escluse, con Alonso e Raikkonen che i sorpassi sono riusciti ad effettuarli solo ai box, mentre in pista ne hanno subiti diversi.

L'incidente di Gutierrez che colpito dalla Lotus compie un 360°
L’incidente di Gutierrez che colpito dalla Lotus compie un 360°

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *