Formula Uno: anche questo non è l’anno di #Vettel e della #Ferrari

Il campionato mondiale di Formula Uno 2016 è iniziato nel peggiore dei modi per la Ferrari e soprattutto per Sebastian Vettel. Dopo le prime 4 gare stagionali il pilota tedesco della Ferrari ha già raccolto due ZERO che hanno compromesso in maniera significative le sue chance per il titolo mondiale 2016, anche perchè nel frattempo Nico Rosberg ha fatto poker vincendo tutte le gare fin qui disputate e portando a casa 100 punti iridati contro i soli 33 del ferrarista.

In queste prime 4 gare ci sono stati dei segnali inequivocabili che ci fanno capire come anche il 2016 non possa essere l’anno della Ferrari.

SFORTUNA ED INAFFIDABILITA’

Nella prima gara in Australia la Ferrari era molto competitiva e con una grandissima partenza aveva guadagnato presto le prime 2 posizioni in gara, con le Mercedes e gli altri avversari costretti ad inseguire. Ma la Safaty Car ha rimesso in gara le frecce d’argento, con Vettel che a fine gara ha dovuto accontentarsi solo del 3° posto e con Kimi ritirato. Nella seconda gara problemi di inaffidabilità hanno fermato Vettel nel giro di ricognizione, ed è arrivato il primo ZERO in classifica. Nella terza gara il tedesco si è toccato al via con Kimi, mentre nella quarta gara (quella di ieri a Sochi) Vettel è stato speronato per ben 3 volte da Kyvat e dopo 2 curve ha finito la sua gara contro un muretto che ha raccolto il secondo ZERO in classifica.

Kyvat tampona la Ferrari di Vettel
Kyvat tampona la Ferrari di Vettel

ROSBERG IN PASSERELLA

I problemi agli avversari ed al compagno di squadra e la superiorità della Mercedes hanno permesso a Rosberg di portare a casa 4 vittorie in altrettante gare. Al tedesco della Mercedes stanno andando tutte bene in questo avvio di stagione e sembra proprio che il 2016 sia l’anno buono per lui. Anche la Mercedes ha avuto problemi di affidabilità, ma questi si son palesati sempre e solo sulla macchina di Hamilton che a Sochi ha dovuto rinunciare alla Q3 partendo così dalla 10^ posizione. Della sfortuna della Ferrari ne ho già parlato. Ecco quindi come Rosberg abbia messo in cascina un vantaggio clamoroso in queste 4 gare. Al 2° posto della classifica c’è Hamilton con 57 punti, mentre Kimi Raikkonen è 3° con soli 43 punti.

IL CAMPIONATO E’ LUNGO, MA NON TROPPO

E’ vero che il campionato è lungo. Quest’anno saranno ben 21 le gare iridate e con 17 GP ancora da correre nulla è impossibile. Ma quando le cose iniziano in un certo modo poi è difficile aggiustare il tiro e le indicazioni che sono arrivate fino ad ora sono state ben chiare.

MALUMORE FERRARI

Intanto in casa Ferrari si registra un certo malumore. Quel simpaticone di Marchionne sta prendendo la parola troppo spesso ed in alcuni casi sembra che Maurizio Arrivabene venga bypassato. C’è già chi dice che la posizione di Arrivabene sia in bilico e questo sarebbe veramente un pessimo segnale per la Ferrari che soprattutto in momento come questo deve restare unita, anche perchè a livello di prestazioni le due rosse sembrano essere vicinissime alla Mercedes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *