Formula Uno: la Ferrari a Sepang per il riscatto

Questo weekend la Formula Uno sbarca a Sepang, in Malesia, per il secondo appuntamento del Mondiale. Dopo il successo di Rosberg nel GP di apertura a Melbourne la Ferrari è chiamata al riscatto, con Alonso e Raikkonen che cercheranno di migliorare i piazzamenti ottenuti in Australia provando a portare le loro Ferrari sul podio.

La macchina da battere sarà ancora una volta la Mercedes. Rosberg e Hamilton partiranno con i favori del pronostico anche in Malesia, ma i due piloti in rosso sono ottimisti e credono fortemente in un passo in avanti della Ferrari. Raikkonen: “Non siamo partiti al meglio, ma sono certo che riusciremo a progredire già dal GP della Malesia“. Alonso: “Vogliamo cambiare in fretta la situazione e qui in Malesia c’è la prima opportunità per farlo: non lasceremo niente da parte, serve un extra per battere la Mercedes“.

A Sepang potrebbe essere il meteo a mescolare un’pò le carte in tavola. Le condizioni climatiche parlano di un ambiente caldo ed umido che potrebbe incidere sul consumo delle gomme. Le coperture Pirelli, il cui sfruttamento in gara molto spesso è stato determinante nelle ultime due stagioni, non ha inciso in nessun modo nella prima gara stagionale. Ma qua le condizioni potrebbero essere diverse, con la Mercedes che la scorsa stagione ha avuto problemi di usura in più di un’occasione. Le previsioni infatti parlano 30 gradi di temperatura ma un’umidità estremamente elevata. Questo tipo di condizioni rendono la gara della Malesia una delle più difficili del Mondiale non solo per le condizioni estreme a cui devono “lavorare” le vetture, ma anche per i piloti visto che in gara la temperatura nell’abitacolo di una monoposto può raggiungere addirittura i 50 gradi, per cui la preparazione fisica diventa fondamentale.

Raikkonen sulla Ferrari F14-T
Raikkonen sulla Ferrari F14-T

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *