Formula Uno: Un grande Alonso, ma vince Raikkonen

Ieri a Melbourne, in Australia, ha preso il via il Mondiale di Formula Uno 2013. Kimi Raikkonen e la sua Lotus hanno portato a casa la prima gara della stagione ottenendo una vittoria importantissima e meritata al termine di una gara emozionante e sempre in bilico. Secondo posto finale per la Ferrari di Fernando Alonso, con Felipe Massa che ha chiuso la gara con un buon quarto posto. Sul gradino più basso del podio è finito Sebastian Vettel con la sua Red Bull che era partito dalla pole in una prima fila insieme al compagno di squadra Webber.

Fernando Alonso ha dimostrato ancora una volta di essere un grandissimo pilota, con una gara tutta all’attacco in cui purtroppo non è stato premiato dalla strategia Ferrari di effettuare 3 soste. Kimi Raikkonen è stato gestito in modo magistrale dai suoi box e con la tattica delle 2 soste è riuscito a chiudere la gara davanti allo spagnolo della Ferrari.

Al via i due piloti Ferrari, che in griglia erano 4° (Massa) e 5° (Alonso), partivano alla grande recuperando subito due posizioni e mettendosi in scia alla Red Bull di Sebastian Vettel. Alle spalle dei primi 3 si accendeva subito una bella bagarre, con Webber che finiva in mezzo al gruppo a causa di una partenza a dir poco oscena, mentre Hamilton e Raikkonen seguivano il gruppetto dei primi 3 piloti.

Le gomme super soft della Pirelli hanno avuto vita breve ed i primi si sono fermati ai box dopo pochi giri, con le posizioni che rimanevano praticamente invariate. Nel secondo run Alonso e Massa continuavano a mettere pressione a Vettel, con lo spagnolo che riusciva a sorpassare il pilota Red Bull nel corso della seconda sosta ai box. Qui la Lotus metteva a segno il colpo vincente, lasciando Raikkonen in pista oltre la metà gara (pit stop al 34 giro°, cioè 14 giri dopo il ferrarista) per fargli fare la seconda ed ultima sosta ai box in ritardo rispetto agli avversari. Alonso in testa alla gara iniziava la sua serie di giri da record, sapendo bene che doveva cercare di allungare il più possibile il gap rispetto al finlandese. Dopo la terza ed ultima sosta lo spagnolo della Ferrari continuava a spingere, ma purtroppo non riusciva ad avvicinarsi a meno di 4” dalla Lotus di Raikkonen, con il finlandese che centrava così la vittoria nel primo GP della stagione.

Viene da chiedersi se la Ferrari abbia fatto la scelta giusta con la tattica delle due soste. Con le gomme medie il deterioramento delle gomme non sembrava così eccessivo, e magari una tattica differenziata fra Alonso e Massa avrebbe potuto portare una delle due rosse sul gradino più alto del podio. Parlare a posteriori è facile, ma io continuo a pensare che negli ultimi anni uno dei limiti della Ferrari sia stato anche al muretto box dove Domenicali in più di un’occasione non ha centrato la strategia vincente.

Come ha detto Alonso, l’inizio della stagione è molto confortante, considerando che lo spagnolo è riuscito a mettersi dietro il campione del Mondo uscente Sebastian Vettel, grande favorito della vigilia, che nelle prove aveva mostrato il grandissimo potenziale della sua Red Bull. Ma come sempre in gara la Ferrari riesce a migliorare le sue prestazioni ed un pilota come Alonso a fare la differenza. Ma si dovrà fare molto attenzione anche a Raikkonen nel corso di questo Mondiale, perché nella lotta al titolo ci sarà anche lui.

Questo fine settimana si torna subito in pista in Malesia. A chi andrà la seconda vittoria stagionale?

Il podio di Melbourne (GP d'Australia) - Alonso, Raikkonen e Vettel
Il podio di Melbourne (GP d’Australia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *