#Formula1: la Ferrari saluta James Allison e affida il ruolo di Direttore Tecnico a Mattia Binotto

E’ partita un’altra rivoluzione in casa Ferrari. I risultati deludenti delle prime 11 gare della stagione 2016 di Formula Uno hanno portato al siluramento di James Allison che, almeno per questa stagione, verrà sostituito da Mattia Binotto nel ruolo di Direttore Tecnico di Maranello.

La Ferrari doveva muoversi in qualche modo, soprattutto perché a Maranello la stagione era iniziata con i grandi proclami di Marchionne che aveva dichiarato che quest’anno Vettel e Raikkonen avrebbero lottato per il titolo iridato. A Metà stagione invece i giochi sono praticamente fatti ed il titolo mondiale se lo giocheranno ancora una volta i due piloti della Mercedes: Hamilton e Rosberg.

La collaborazione tra James Allison e la Ferrari si interrompe dopo circa 3 anni. La Ferrari SF16-H era stata la sua prima creatura, una monoposto rivoluzionaria rispetto al passato che avrebbe dovuto lanciare la scuderia di Maranello verso il titolo iridato. Ma i progetti che sembravano vincenti sulla carta non si sono materializzati in pista. Peccato, perchè Allison prima di arrivare in Ferrari aveva dimostrato di essere un tecnico capace, tanto che in Ferrari pensavano di aver affidato la direzione tecnica al nuovo Adrian Newey. Ma così non è stato.

Mattia Binotto, attuale Responsabile del reparto Power Unit, sostituirà Allison fino al termine della stagione. Ma rimarrà lui a capo della direzione tecnica della gestione sportiva anche nella prossime stagioni? Sergio Marchionne, che lo ha scelto personalmente, non lo considera affatto un direttore tecnico ‘ad interim’, ed è convinto che Binotto possa essere l’uomo del futuro Ferrari. In questo momento è ovviamente difficile aspettarsi miracoli, e la Ferrari vedrà allontanarsi l’obiettivo iridato a medio termine. Ma soprattutto a Maranello rischiano di dover affrontare una grossa crisi tecnica, perché sarà interessante capire cosa ne sarà del progetto per il 2017 che è già in fase avanzata per via delle nuove regole. Speriamo che in Ferrari non stiano perdendo un’altra grande occasione per ribaltare i valori tecnici attualmente in campo.

Queste sono state le parole d’addio di James Allison: “Negli anni passati in Ferrari, in due periodi distinti e con ruoli diversi, ho avuto modo di conoscere e apprezzare il valore della squadra e delle donne e degli uomini che ne fanno parte. A loro va il mio ringraziamento per questa grande esperienza professionale e umana. Auguro a tutti un futuro felice e pieno di soddisfazioni“.

Peccato, perché la Ferrari perde un ferrarista……. speriamo solo che la scelta sia giusta!

James Allison
James Allison

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *