I procuratori, persone simpatiche….

Stavo leggendo sulla Gazzetta dello Sport le dichiarazioni rilasciate da Di Campli, l’agente di Marco Verratti, dopo l’incontro avuto dallo stesso con i dirigenti del PSG. Secondo Di Campli “Marco vuole essere riconosciuto come un giocatore importante quale è“, quindi esige che il PSG offra al giocatore un contratto adeguato al suo valore, visto che alla finestra ci sono moltissime squadre e le alternative non mancano.

Parliamo di un ragazzo di 20 anni che guadagna 1 milione di Euro l’anno e che ha giocato solo una stagione nel massimo campionato francese. Ha ancora 4 anni di contratto con il PSG, ma secondo il suo procuratore per restare a Parigi deve essere adeguato “pesantemente” il suo contratto. Si parla di almeno 3 milioni di Euro l’anno.

Ora ho preso come esempio il caso di Verratti perchè è bello fresco, ma si potrebbero citare moltissimi altri casi del genere. Certo che non si sente mai un procuratore andare a chiedere alle Società di ridurre lo stipendio al loro assistito quando questo non gioca come dovrebbe. Ma purtroppo i procuratori sono delle autentiche sanguisughe, un cancro di questo calcio moderno del quale non riusciremo più a liberarci.

Marco Verratti
Marco Verratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *