Il grande boom delle agenzie investigative

Ormai da anni si parla moltissimo della grande crisi del mercato del lavoro, ma ci sono alcuni settori che non conoscono la crisi. Uno di questi è quello delle agenzie investigative, un settore in continua crescita ed evoluzione che in particolar modo negli ultimi anni ha vissuto un vero e proprio boom. Quando si pensa agli investigatori privati la mente ci porta subito al settore privato, in cui gli investigatori sono chiamati in causa per svelare qualche tradimento, oppure per controllare da vicino i figli o comunque una persona legata alla propria sfera privata. In molti non sanno che gran parte del lavoro investigativo in Italia va messo in relazione al settore industriale, perché oggi giorno gli imprenditori mettono molta attenzione nella tutela delle proprie risorse e dei propri prodotti, magari per evitare che vengano svelati i segreti industriali della propria azienda, oppure smascherare i dipendenti assenteisti, i malati immaginari ed i truffatori di ogni genere.

In Italia le città in cui c’è la maggior richiesta per i servizi degli investigatori privati, sia in ambito privato che in ambito aziendale, sono Roma e Milano. Nelle due maggiori metropoli italiane sono molto richiesti in particolar modo i servizi relativi all’investigazione aziendale, che è diventata un vero e proprio business capace di conquistare delle importanti fette di mercato. Per questo motivo la ricerca di un investigatore privato a Roma richiede molto tempo, non solo per la grande richiesta, ma anche per la grande offerta che rende necessaria un’attenta analisi verso le competenze di chi opera in un settore così delicato.

Quella dell’investigatore privato è considerata un’attività di gran moda, che per molti può sembrare banale, ma per gestire un’attività impegnativa come quella di un’agenzia investigativa sono necessarie moltissime competenze, ed in particolar modo bisogna possedere grandi doti personali, oltre che tecniche e culturali. Inoltre, per affrontare nel migliore dei modi questo lavoro, è indispensabile l’uso delle più moderne tecnologie. Un investigatore deve avere sempre con sé una fotocamera reflex (magari dotata di un teleobiettivo a lunga gittata) che gli permetta di riprendere il soggetto investigato anche da lontano, ma dovrà essere equipaggiato anche di mini–telecamere e microfoni di piccolissime dimensioni. Ma le caratteristiche indispensabili dell’investigatore privato perfetto sono professionalità, riservatezza ed efficienza.

Chiudiamo con un numero interessante relativo al giro di affari delle agenzie investigative in Italia (che sono poco più di 3.000), che nel 2015 ha generato un fatturato di oltre 350 milioni di Euro.

Il grande boom delle agenzie investigative
Il grande boom delle agenzie investigative

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *