Imbarazzanti

Jovetic ha segnato il gol dell'1-1

Non c’è altro modo per descrivere la Fiorentina di ieri sera: imbarazzante. Troppo brutta per essere vera la squadra di Mihailovic che giorno dopo giorno sente sfilar via la panchina da sotto il suo sedere.

Durante l’estate ho sostenuto che l’allenatore e la squadra andavano fatti lavorare e non concordavo con chi criticava a priori la Fiorentina solo in base agli scarsi risultati dello scorso anno.

Ormai però sono state giocate 9 partite in questo inizio di campionato e la Fiorentina stenta a decollare. Qualche cosa di buono nelle prime uscite s’era visto, ma poi il buio più completo squarciato di tanto in tanto dai lampi del talento di uno straordinario Jovetic.

Le cose sono due: o sono scarsi i giocatori, oppure è l’allenatore che non riesce a valorizzarli e sfruttarli al meglio. Si dice che la prossima partita con il Genoa sarà decisiva per le sorti di Mihailovic che ora inizia a non aver più la piena fiducia da parte della Società, dopo aver perso quella dei tifosi ormai da tempo. Una partita non credo possa fare la differenza per dicedere se far cadere oppure no la testa di un allenatore che, seppur tra mille problemi ed attenuanti, non ha mai dato l’impressione di essere all’altezza della situazione. Ed allora probabilmente sarebbe giusto cambiare subito la guida tecnica della squadra, visto che in giro le alternative ci sono. Dal solito Delio Rossi, passando per Del Neri ed arrivando volendo anche ad Ancelotti.

Ricordo che da giocare Mihailovic era considerato un duro, uno con le palle, sempre aggressivo, sempre in prima linea. L’anno scorso ha iniziato la stagione col piglio giusto, strigliando la squadra e facendo capire chi comandava. Ma poco a poco il suo carattere forte è sparito, Sinisa è diventando sempre più un perfetto aziendalista, un povero agnellino senza carattere e senza coraggio.

Ieri sera il primo tempo contro la Juventus è stata imbarazzante e deprimente. I gobbi ci hanno presi a pallonate e nonostante questo siamo riusciti a finire il primo tempo solo sull’1-0. Nella ripresa 10′ molto buoni con il pareggio di Jovetic, dopo il quale la squadra è tornata a sedersi subendo il gol di Matri e chiudendo mestamente la partita sconfitta per 2-1. Probabilmente non sarà colpa di Mihailovic se Cerci cammina per il campo, se De Silvestri e Pasqual crossano peggio di un giocatore di terza categoria e così via. Ma la situazione inizia a diventare insostenibile e la Società deve darsi una mossa prima che il giocattolo si rompa definitivamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *