ItalBasket: rimonta vincente

Nel terzo turno delle qualificazioni agli Europei 2013 (che si giocheranno il prossimo anno in Slovenia) la Nazionale Italiana vince in rimonta contro la Turchia, centrando il terzo successo in altrettante partite del proprio girone di qualificazione.

Ieri sera si giocava a Sassari, di fronte ad una cornice di pubblico importante (oltre 3000 presenti) ma soprattutto di fronte ad un avversario (e ad un coach, Boscia Tanjevic) di buon livello che ha messo in seria difficoltà la Nazionale di Simone Pianigiani. Gli azzurri, che sono stati costretti a rincorrere per tutta la partita, hanno subito la fisicità degli avversari andando sotto pesantemente nella seconda frazione quando i turchi hanno avuto anche 12 punti di vantaggio. I continui tira e molla nel punteggio con gli azzurri che non riuscivano mai a compiere l’aggancio facevano pensare che i turchi avessero qualcosa in più di Gallinari e compagni. Ma l’Italia riusciva a reagire dal -10 in cui si trovava ad 8′ dalla fine sotto la spinta di Hackett e di un ispiratissimo Gigi Datome prima pareggiava e poi metteva la freccia per l’allungo finale che dava agli azzurri la terza vittoria con il punteggio finale di 78-69.

Ora il cammino verso la qualificazione per Slovenia 2013 è tutto in discesa e completamente nelle mani degli azzurri che dovranno essere bravi a mantenere alta la concentrazione nelle prossime partite del girone.

L’Italia piace ed inizia ad essere interessante, anche se ovviamente manca ancora tanta strada da fare per arrivare al livello dei migliori a livello europeo.

A questa squadra manca soprattutto un playmaker, perchè Hackett si adatta a farlo, ma rende meglio come guardia di rottura e gente come Cinciarini e Poeta non è ancora pronta a certi livelli. Sarebbe bello vedere in Nazionale il sassarese Travis Diener qualora riuscisse ad ottenere il passaporto italiano in un periodo in cui tutte le altre nazionali naturalizzano senza farsi troppi problemi.

In attesa di Bargnani c’è da lavorare anche sotto canestro, perchè Cusin è generoso, lotta, prende i rimbalzi (1o ieri sera), ma c’è bisogno di qualcosa in più per dare anche una dimensione interna a questa Italia. Ed il Mago lo può fare, con Cusin come alternativa. Se poi anche Melli continuerà la sua crescita, quando sarà in piena forma darà sicuramente una grossa mano a questa squadra permettendo a Pianigiani di giocare anche con Gallinari da ala Piccola.

Insomma, in prospettiva questa squadra piace, perchè riuscire a portare a casa dei buoni risultati nonostante le assenze di Bargnani, Belinelli, Melli e Gentile non è cosa da poco. Ora il compito di Pianigiani è quello di continuare a lavorare, per poi inserire gli assenti al “prossimo giro”, quando dovrà lavorare tanto secondo me sull’inserimento di Belinelli in un contesto in cui il giocatore dei Bulls non potrà più giocare a “briglia sciolta” come faceva lo scorso anno. Con la speranza che durante l’anno salti fuori quel playmaker che ci manca come il pane.

Se le cose dovessero girare per il verso giusto, il prossimo anno ci si potrebbe divertire parecchio.

Gallinari contro la Turchia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *