La battaglia delle compagnie telefoniche

Ormai è guerra aperta tra le compagnie telefoniche mobili. Ogni giorno attraverso numerose offerte le aziende di telefonia mobile cercano di portare con se dei nuovi clienti strappandoli alla concorrenza proponendo loro tariffe e promozione sempre più convenienti. I dati ufficiali di Agcom parlano di oltre 1 milione di cambi di gestore telefonico al mese.

Tempo fa scrissi un articolo su vecchi e nuovi clienti, non solo nel campo della telefonia, ma anche in quello degli altri servizi come luce, gas, televisione, assicurazioni. Il risultato è che sul mercato la fedeltà non paga, mentre cambiare per cercare offerte più vantaggiose è diventata una routine per molti.

Nel mercato della telefonia mobile la “portabilità del numero di cellulare” è stata introdotta nel 2003 ed ha portato ad un netto incremento dei passaggi di gestore telefonico nel corso di questi anni. Dal 2011 il passaggio deve essere garantito in un giorno, mentre prima la osa non era così veloce come oggi. Nel 2012 i cambi di gestore telefonico sono stati 12,8 milioni, con una media di oltre 1 milione al mese. Parliamo di un incremento del 48% rispetto all’anno 2011 e di un clamoroso +128% rispetto al 2010. In totale dal 2003 ad oggi il numero di passaggi di gestore telefonico supera i 50 milioni.

In un mercato che si evolve ogni giorno e che presenta ai possibili clienti una gamma di soluzioni sempre maggiori il passaggio di gestore telefonico è diventato quasi un obbligo per riuscire a risparmiare decine di Euro ogni anno. Inoltre con l’avvento degli smartphone che si stanno evolvendo con un ritmo frenetico, le nuove offerte molto spesso includono anche gli ultimi modelli di smartphone che attirano soprattutto i giovani clienti. Sembra che il risparmio annuo possa arrivare fino a circa 280 Euro l’anno nel caso degli abbonamenti ed a circa 145 Euro per le schede ricaricabili.

Il Re del mercato nel 2012 è stato H3G che ha portato con 446 mila clienti che sono arrivati attraverso la portabilità del numero da altre compagnie. In salita anche Wind e Poste Mobile, mentre cedono una buona parte dei loro clienti i due maggiori gestori telefonici italiani: Tim e Vodafone perdono rispettivamente 490 mila e 420 mila clienti in favore degli altri operatori.

Io fino ad oggi ho cambiato gestore due volte nel giro di 10 anni, ed in entrambi i casi l’ho fatto perché con la “migrazione” mi venivano proposte delle offerte vantaggiose. Direi che è arrivato il momento di cambiare di nuovo e di rincorrere qualche offerta vantaggiosa.

Uno smartphone Google Galaxy Nexus
Uno smartphone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *