La Ferrari in Cina per il riscatto

Nel giorno di Pasqua si corre a Shangai il GP della Cina, quarta prova di un Campionato Mondiale di Formula Uno fino ad ora dominato dalla Mercedes. La Ferrari arriva a questo appuntamento dopo il terremoto generato dalle dimissioni di Stefano Domenicali e la nomina di Marco Mattiacci come Team Principal del Cavallino. L’obbiettivo dichiarato della Ferrari è quello di accorciare il GAP rispetto agli avversari, con una priorità, quella di “diventare la seconda miglior squadra del Mondiale“.

Dopo le tante chiacchere ora la parola passa alla pista ed al cronometro. Mercedes super favorita, con Red Bull in recupero e la Ferrari che rappresenta un’incognita. Sarà interessante anche vedere se la Force India si confermerà competitiva dopo il sorprendente avvio di stagione.

Sarà ancora battaglia in casa Mercedes? Hamilton cerca il tris, ma anche Rosberg punta alla vittoria sulla pista in cui nel 2012 il tedesco ha colto la sua prima pole position e la sua prima vittoria in F.1.

Le prime prove libere di questa mattina hanno mostrato una Ferrari in ripresa, con Alonso davanti a tutti nella prima sessione cronometrata e poi secondo, alle spalle di Hamilton, nel secondo turno del venerdì. Probabilmente le Mercedes hanno giocato a nascondino, ma il fatto di vedere Alonso davanti a Red Bull, Force India e McLaren è sicuramente un segnale positivo per la Ferrari che ha bisogno soprattutto di trovare potenza da Motore e Power Unit.

Infine, ecco qua le parole di Mattiacci al suo esordio ai box: “Alonso è probabilmente il miglior pilota della F.1: condivido la sua esigenza e credo che voglia vincere un mondiale con la Ferrari perché è il sogno di ogni pilota“.

Alonso sulla F14T
Alonso sulla F14T

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *