La settima meraviglia di Siena. La MensSana ancora campione d’Italia nel Basket

Nel Basket la MensSana Siena è campione d’Italia per la settima volta consecutiva. Ed ora gli Scudetti della Società toscana diventano 8, perchè a questi sette anni di dominio assoluto va aggiunto anche il primo Scudetto, quello del 2004, arrivato sotto la guida di Charlie Recalcati.

Probabilmente lo Scudetto di quest’anno, insieme al primo della storia senese, è il più dolce ed il più sentito. Negli ultimi anni, con i 6 Scudetti vinti con Simone Pianigiani in panchina, la MensSana aveva dominato la stagione in lungo e in largo e la vittoria finale del campionato era sempre arrivata come se fosse scontata.

Quest’anno invece la squadra di Luca Banchi non partiva assolutamente con i favori del pronostico (quelli erano tutti per la corazzata Olimpia Milano) e nel corso della stagione diverse squadre erano sembrate più attrezzate dei toscani per arrivare fino in fondo. Tanto che alla fine della stagione regolare Siena occupava il 5° posto in classifica, alle spalle rispettivamente di Varese, Sassari, Roma e Milano. Hackett e compagni hanno battuto nell’ordine Milano (nei quarti in gara7), Varese (in semifinale in gara7) e Roma andandosi a prendere lo Scudetto 2013 che premia il lavoro sia dello staff tecnico che dei giocatori scesi in campo.

Forse per il movimento del basket italiano sarebbe stato bello vedere il tricolore cucito al petto di Varese, Sassari, Roma o Cantù che nel corso della stagione (chi più chi meno) hanno fatto vedere grandi cose. E sono convinto che senza gli infortuni che l’hanno colpita nei playoff Varese avrebbe conquistato lo Scudetto, ma anche quelli fanno parte del gioco e la stessa Siena ha pagato a caro prezzo (soprattutto in Eurolega) gli infortuni nel corso della stagione.

Quella di Siena è una grandissima impresa e come dicevo credo che sia stato fondamentale il lavoro svolto dallo staff tecnico nel corso dell’anno. Hanno saputo dar fiducia e rigenerare molti giocatori che ad inizio anno non sembravano certo dei giocatori da Scudetto. Partendo da Benjamin Eze che era inattivo da 12 mesi visto che nell’ultima stagione Milano l’aveva pagato per stare a casa. Oppure Matt Janning arrivato insieme a Marco Crespi da una squadra che lo scorso anno era retrocessa in LegaDue. Per continuare con Benjamin Ortner che ha avuto un ruolo fondamentale all’interno della squadra dando un contributi essenziale. Ma anche Daniel Hackett (letteralmente cacciato due anni fa da Treviso) all’interno del contesto senese ha avuto una crescita esponenziale arrivando ad essere l’MVP sia della Coppa Italia che dei playoff.

Ora per Siena è arrivato il momento di festeggiare questo Scudetto storico. Poi si aprirà il basket mercato e la caccia alla MensSana che a quanto pare non ha ancora voglia di mollare lo scettro del Basket italiano. Probabilmente come negli ultimi anni la regina del basket mercato sarà ancora una volta Milano, anche se questo titolo non le ha portato molto bene in passato. I meneghini probabilmente opereranno una vera e propria rivoluzione iniziata con l’interruzione del rapporto con Sergio Scariolo, e sarà proprio il nome del nuovo coach a dirci quali saranno le ambizioni della Società di Armani il prossimo anno. Per le altre, sarebbe bello vedere ancora ai vertici squadre come Varese, Roma e Sassari che ci hanno fatto divertire tantissimo quest’anno. Sono sicuro che senza Eurolega tornerà ai vertici Cantù e che il prossimo anno potrà dire la sua anche la Virtus Bologna che si è assicurata i servigi di un grandissimo dirigente come Bruno Arrigoni (che dopo tantissimi anni ha lasciato Cantù).

L’importante è che anche il prossimo anno si possa assistere allo spettacolo visto in campo quest’anno sia durante la Regular Season che nei Playoff dove l’agonismo e l’intensità del gioco sono stati uno spot bellissimo per il basket italiano. Sperando che in estate possa trarre beneficio da questa annata anche la Nazionale Italiana che si ritroverà due giocatori cresciuti tantissimo come Hackett e Datome, ma anche il naturalizzato Travis Diener e dei giovani come Gentile, Melli, Polonara e DeNicolao.

Siena Campione d'Italia 2013 Basket italiano
Siena Campione d’Italia 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *