La volata playoff dei Lakers

Inizia questa notte la volata playoff dei Lakers. La squadra gialloviola, guidata da un superbo Kobe Bryant, ha letteralmente cambiato passo dopo la sosta dell’All Star Game e finalmente è tornata ad avere un record in parità (31-31). Mancano 20 partite alla fine della Regular Season e la zona playoff è lì ad un passo, ma le squadre che precedono i Lakers non mostrano il minimo segno di cedimento. Per accedere alla post season quindi i losangelini dovranno fare un grandissimo finale di stagione per provare  a recitare l’inconsueto ruolo di “mina vagante” nei prossimi playoff.

Analizziamo il finale di stagione attraverso qualche numero, anche grazie all’aiuto dell’infografica qua sotto.

TREND POSITIVO

Nelle ultime 10 partite i Lakers hanno centrato 7 vittorie. Se consideriamo quelle dopo la sosta dell’All Star Game (8 in totale) invece contiamo 6 vittorie e 2 sconfitte. Un trend positivo importante sia per la classifica che per il morale della squadra di Mike D’Antoni.

20 PARTITE

Delle 20 partite da giocare i Lakers ne disputeranno la metà allo Staples Center e le altre in trasferta. La metà delle partite (10) verranno giocate contro squadre che attualmente sono in zona playoff e di queste ben  6 contro squadre della West Coast. Saranno 3 gli scontri diretti da giocare (2 contro i Warriors ed 1 contro i Rockets) che in classifica avranno un valore doppio sia in caso di vittoria che in caso di sconfitta. Il calendario vedrà i Lakers giocare le ultime 3 partite in casa, rispettivamente contro Warriors, Spurs e Rockets. Potrebbero essere proprio quelle a decidere il futuro della stagione dei squadra gialloviola. Potenzialmente sulla carta Kobe e compagni hanno la possibilità di vincere 14/15 partite e finire quindi la stagione con un totale di 45/46 vittorie che dovrebbero bastare per arrivare ai playoff. Il calendario dei Lakers sulla carta è più agevole di quello delle dirette concorrenti, in quanto tra le Big dovranno affrontare solo gli Spurs, mentre non incroceranno più Heat, Celtics, Thunder e Knicks.

IL MOMENTO DI KOBE

Come l’anno scorso, il Black Mamba ha tratto beneficio dalla sosta dell’All Star Game. Nelle ultime partite il n°24 dei Lakers sta viaggiando a una media di 32,8 punti (con il 54% al tiro) a cui aggiunge 6,3 assist e 6,3 rimbalzi a partita. Nell’ultima partita ha chiuso a 42 punti, 7 rimbalzi e 12 assist. Che fosse il leader indiscusso della squadra non c’era dubbio, ma forse non tutti si aspettavano che a 35 anni potesse mantenere un rendimento qualitativo così elevato in un momento in cui la squadra era in grossa difficoltà. C’è da domandarsi cosa potrebbe fare con un “supportino cast” adeguato, perché al momento oltre a Nash ed all’altalenante Dwight Howard non può contare un granchè sugli altri.

PRONOSTICI

Ce la faranno allora i Lakers a centrare i playoff? Tutto dipenderà dall’andamento del mese di Marzo in cui Kobe e compagni giocheranno 4 partite in casa ed 8 in trasferta. Mantenere un record almeno del 50% alla fine di queste 12 partite vorrebbe dire poter giocare alla grande le ultime 8 sfide nel mese di Aprile in cui 6 volte i gialloviola giocheranno allo Staples Center.

La volata playoff dei Lakers di Kobe Bryant
La volata playoff dei Lakers di Kobe Bryant

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *