#Lakers: dopo il buon inizio di stagione (7-5) ora si attendono delle conferme

L’inizio di stagione dei giovani Los Angeles Lakers di coach Luke Walton è stato a dir poco esaltante. Il record di 7-5 registrato nelle prime 12 partite fin qui disputate probabilmente non sarà un dato sensazionale se si pensa alla storia dei Lakers, ma quando arrivi dalla peggior stagione della tua storia in cui (sotto l’oculata gestione di Byron Scott) hai fatto registrate appena 17 vittorie e 65 sconfitte tutto sembra più bello.

Ma la cosa che più colpisce dei nuovi Lakers non sono solo le vittorie, alcune delle quali inaspettate, ma anche e soprattutto la serie di novità che abbiamo visto in campo in questo avvio di stagione. La prima è rappresentata dal coach, Luke Walton, che in pochi mesi è riuscito a guadagnarsi la fiducia dei suoi giocatori, riuscendo i tirar fuori il meglio da ognuno di loro, cercando di sfruttare tutte le risorse di cui dispone. C’è chi dice che Walton è stato facilitato dal ritiro di Kobe Bryant, ma sarebbe troppo riduttivo vedere la cosa solo sotto questo aspetto. I Lakers giocano finalmente da Lakers, correndo e segnando molto, facendo divertire i tifosi che come sempre fanno la coda ai botteghini dello Staples Center di Los Angeles per vedere all’opera i nuovi interpreti dello showtime.

Nelle 12 partita giocate fino ad oggi sono arrivate alcune vittorie importanti ed interessanti. La più bella è senza dubbio quella ottenuta contro i Golden State Warriors di Steph Curry e Kevin Durant, che sono stati rispediti nella Baia con un -20 (117-97 il risultato finale). Un’altra bella vittoria è stata quella ottenuta in rimonta contro gli Houston Rockets di Mike D’Antoni, ed anche il successo esterno contro gli Atlanta Hawks è un segnale molto positivo.

Ora il calendario metterà di fronte ai Lakers 6 partite molto difficili (5 delle quali in casa) che misureranno la reale forza (attuale) della squadra di Luke Walton. La prima delle 6 si gioca questa sera allo Staples Center contro i San Antonio Spurs, per proseguire domenica sera contro i Chicago Bulls e martedì contro gli Oklahoma City Thunder. Mercoledì i Lakers andranno in trasferta nella Baia dove affronteranno i Warriors, che poi restituiranno la visita ai gialloviola due giorni dopo. Il tour de force si chiuderà domenica 27 allo Staples Center contro gli Atlanta Hawks.

Ovviamente non saranno queste 6 partite a decidere le sorti della stagione dei Lakers, anche perchè una squadra giovane come quella gialloviola ha enormi margini di crescita e ci si aspetta che alzi il proprio livello di gioco nel corso dell’anno. Ma dopo la splendida partenza, ora i Lakers hanno un obiettivo chiaro: i playoff. Sinceramente in estate sembrava molto difficile da raggiungere, anche perchè la concorrenza ad Ovest è veramente agguerrita, ma la squadra di Luke Walton potrebbe davvero fare un pensierino alla post season. Intanto vediamo come vanno questa 6 partite…..

Go Lakers!!!

Luke Walton, coach dei Lakers
Luke Walton, coach dei Lakers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *