Lo spirito olimpico del peruviano Roberto Carcelen

Roberto Carcelen è un atleta peruviano di 43 anni che oggi ha fatto vedere quale sia il vero “Spirito Olimpico” con il quale affrontare la più prestigiosa rassegna sportiva mondiale. Carcelen ha partecipato questo pomeriggio alla gara di 15 chilometri di sci di fondo a tecnica classica chiudendo la gara all’87° posto. Al traguardo il suo tempo è stato di 1h06’28.9″ ed il distacco dal primo classificato (lo svizzero Dario Cologna) è stato di ben 28 minuti!

Ma c’è un particolare sull’avventura di Roberto Carcelen ai Giochi di Sochi 2014. L’atleta peruviano si era fratturato due costole prima dei Giochi, ma non ha voluto rinunciare a quella che probabilmente sarà la sua ultima olimpiade, ed ha trasformato la sua 15 km a tecnica classica in un giro d’onore, ricevendo standing ovation vincitore Dario Cologna. Partito con il pettorale 92 il peruviano non ha terminato ultimo la gara, visto che ha fatto meglio di cinque partecipanti che sono stati costretti a ritirarsi.

Quella di Sochi è stata la seconda partecipazione olimpica di Carcelen che nel 2010 divenne il primo atleta peruviano a partecipare ai Giochi invernali di Vancouver. Questa la dichiarazione di Carcelen al termine della prova: “E ‘stata la mia ultima gara. Ho intenzione di lavorare con i bambini, insegnando loro a sciare, e forse possiamo anche aiutarli a partecipare ai Giochi Olimpici “.

Quando si dice “Spirito Olimpico“.

Lo spirito olimpico del peruviano Roberto Carcelen
Lo spirito olimpico del peruviano Roberto Carcelen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *