“Manu” Ginóbili: Spurs sull’1-0

“Manu” Ginóbili. Non c’è da aggiungere altro. L’argentino nativo di Bahía Blanca nella notte ha messo la firma sulla prima gara della Finale della Western Conference che i San Antonio Spurs hanno vinto con il punteggio di 101-98 contro gli Oklahoma City Thunder.

TRASCINATORE – Il n°20 degli Spurs è stato l’autentico trascinatore della sua squadra e nell’ultimo quarto di gioco, iniziato sul -9 (71-62 per i Thunder), ha guidato la rimonta di San Antonio con 11 punti (sui 26 totali) ottenuti grazie a delle giocate clamorose, ultima quella con cui ha chiuso il gioco da 3 punti che ha ammazzato definitivamente la partita.

PLAY NASTY – Anche il coach of the year c’ha messo del suo, caricando la sua squadra nel momento di difficoltà durante un time-out nel quale ha chiesto ai suoi giocatori: “Vi vedo esitanti, senza fiducia, senza carica… dovete essere decisi, cattivi, non è il momento per essere rilassati….“. Detto fatto. Gli Spurs hanno chiuso l’ultima frazione con un parziale di 39-27 che ha annichilito i giovani Thunder.

ESPERIENZA – Mai dare per finiti gli Spurs, perchè la loro classe e la loro esperienza sono sempre pronte a saltar fuori. E così è stato, con Ginobili appunto, ma anche Parker, Duncan e Jackson ci hanno messo del loro per regalare a Popovic la prima battaglia. Senza scordarsi dell’apporto molto importante dell’ex trevigiano Gary Neal.

THUNDER – I Thunder però hanno fatto vedere che ci sono, che hanno intenzione di giocarsi questa chance, sfruttando anche l’esperienza del “pescatore”, Derek Fisher, che in passato con la maglia dei Lakers ha già castigato in più occasioni gli Spurs. La serie è apertissima e le prossime partite si preannunciano molto interessanti.

FINALE AD EST – Dall’altra parte del tabellone, i Celtics hanno raggiunto in Finale di Conference i Miami Heat. Si inizia stasera in Florida, con Lebron e compagni che potranno sfruttare subito il fattore campo e la stanchezza dei Celtics che arrivano all’appuntamento dopo due serie lunghissime e faticose. Rondo, che ha chiuso in tripla doppia gara-7, ha dichiarato che è molto fiducioso sulle possibilità dei suoi di battere gli Heat. Se i Celtics reggeranno fisicamente sarà sicuramente una bella sfida.

Uno dei canestri di Manu Ginobili in gara-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *