Mavs campioni NBA!!!

Dallas Mavericks campioni NBA 2011
Mavs Campioni NBA 2011

I Dallas Mavericks sono i campioni NBA 2011. Sinceramente ad inizio playoff non avrei mai creduto che Dirk e compagni avrebbero potuto centrare questa impresa, ma i texani hanno ribaltato tutti i pronostici mettendo in bacheca il primo titolo NBA della loro storia.

Titolo meritatissimo per come sono andati questi playoff e queste Finals in cui la squadra di Carlise ha dimostrato di essere nettamente la più forte di tutte, anche di quei Miami Heat costruiti sulle spalle di due fenomeni come Wade e James che anche durante questa finale hanno dimostrato di essere sì fenomeni, ma da baraccone.

Dallas è una squadra costruita su delle fondamenta solida, un signor playmaker 38enne come Jason Kidd ed un centro fisico e solido come Tyson Chandler che garantisce punti, rimbalzi e presenza nel pitturato. Poi c’è quel campione di Dirk Nowtkzi, MVP di questa finali, giocatore capace davvero di caricarsi la squadra sulle spalle quando conta (leggi, finali di partita). Se poi ci aggiungiamo l’imprevedibilità e l’atleticità di Marion e la forza d’urto di due folletti come Terry e Barea viene fuori una squadra tanto forte quanto eclettica che sotto la guida di Carlise è diventata la migliore dell NBA.

Nei Mavs è difficile trovare l’uomo simbolo della squadra e di questa impresa. Dirk è stato eccezionale, ma penso a JJ Barea che con le sue scorribande ha letteralmente saccheggiato l’area degli Heat, oppure alle folate del Jet, Jason Terry, che nelle ultime partite della serie ha cambiato l’inerzia del gioco con le sue rasoiate. E come non amare le giocate di Jason Kidd che a 38 anni suonati ha coronato una splendida carriera dettando i ritmi in modo incredibile alla sua squadra. E che dire di Carlise che in gara-4 ha cambiato le carte in tavola portando in quintetto l’imprevedibilità di Barea al posto dell’agressività di Stevenson.

Dei perdenti si parlerà in seguito, per loro non c’è spazio, hanno perso dentro e fuori dal campo ed ancora una volta dovranno affrontare un’estate molto lunga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *