Metta World Peace sbarca a Cantù

La Pallacanestro Cantù mette a segno un grandissimo colpo, soprattutto dal punto di vista mediatico, ed ingaggia Metta World Peace, al secolo Ron Artest. L’ex giocatore NBA, che nel 2010 vinse da protagonista un titolo NBA con i Los Angeles Lakers di Kobe Bryant, ha firmato un contratto fino al termine della stagione e dovrebbe essere a Cantù nella giornata di giovedì, quando si metterà a disposizione di Pino Sacripanti in vista della partita che la Pallacanestro Cantù giocherà lunedì sera a Pistoia.

In Italia mancava da anni un “giocatore importante” come Metta World Peace. Negli anni ’80 e ’90 abbiamo avuto la fortuna di vedere giocatori di alto livello sui parquet nostrani, ma per trovare un giocatore di questo livello bisogna tornare al 1998, quando la Fortitudo aveva in squadra Dominque Wilkins, oppure agli anni ’80 quando a Milano giocava un certo Bob McAdoo. Come detto, in Italia abbiamo avuto la fortuna di vedere anche altri grandi giocatori, basti pensare a George Gervin, Brian Shaw e Danny Ferry visti a Roma, ma anche al Ray Richardson ammirato a Bologna (quando portò la Virtus alla vittoria della Coppa delle Coppe nel 1989 nella Finale giocata a Firenze contro il Real Madrid) e Livorno, oppure a Joe Barry Carroll all’Olimpia Milano.

Metta World Peace è un giocatore con una carriera che lo ha visto calcare i campi della NBA per 15 anni. In successione ha giocato a Chicago, Indiana, Sacramento, Houston, Lakers e Knicks. L’apice della carriera è sicuramente l’anello NBA vinto nel 2010 con i Los Angeles Lakers, un titolo in cui fu protagonista, visto il canestro da 3 punti segnato in gara-7 di Finale che chiuse definitivamente i giochi di quella partita e di quella serie con Boston. A livello personale gli anni migliori probabilmente sono stati quelli di Indiana, quando ricevette il premio di defensive player of the year nel 2004, mentre nella stagione successiva realizzò una media di  24,6 punti a partita, suo record NBA.

Metta World Peace con Kobe Bryant ai Lakers
Metta World Peace con Kobe Bryant ai Lakers

L’anno scorso, dopo un’annata difficile ai Knicks, Metta World Peace decise di lasciare la NBA per andare a giocare in Cina. Ora l’Italia, una sua scelta a quanto pare, con la maglia di Cantù. Sarà interessante vedere l’impatto che riuscirà ad avere nel nostro campionato, ed a questo punto faccio il tifo per vedere Cantù ai playoff, magari con un 8° posto in classifica, per godermi poi un bel derby tra Milano e Cantù nel primo turno dei playoff.

Sicuramente a Cantù hanno già vinto il loro campionato a livello mediatico. Vediamo che faranno sul campo…..

Metta World Peace firma con la Pallacanestro Cantù
Metta World Peace firma con la Pallacanestro Cantù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *