Milano, manca solo il play per la caccia allo Scudetto

All’Olimpia Milano manca solo l’ultimo tassello per completare la squadra dovrà riportare dopo quasi 20 anni lo Scudetto alle Scarpette Rosse. Manca il playmaker, il cervello ed il motore della squadra. Si parla di Jerrells, ma sotto sotto si sogna ancora Bo McCalebb.

Intanto il reparto lunghi è completo con gli arrivi di Gigli e CJ Wallace, che vanno ad aggiungersi a Samuels, Melli e Chiotti. Nelle scorse settimane era già stato firmato David Moss, prelevato da Siena. Oltre all’americano sono arrivati all’Olimpia anche Cerella e Haynes. Viste le conferme scontate di Gentile e Langford, ora manca solo il playmaker titolare per chiudere il roster per la stagione 2013/2014. Prima dell’inizio della prossima stagione poi Milano dovrà anche disfarsi del contratto di Malik Hairston, che non rientra più nei piani dell’Olimpia.

Il roster è senza dubbio di livello assoluto, non solo in Italia ma anche in Europa, con due quintetti che saranno totalmente intercambiabili. 10 giocatori 10 per Luca Banchi che è chiamato subito a vincere. Il coach grossetano ha voluto un giocatore fidatissimo come David Moss, che insieme a Cerella sarà l’anima difensiva della squadra. Le incognite a mio avviso sono rappresentate da Langford e CJ Wallace. Entrambi sono due terminali offensivi di assoluto valore, ma bisognerà vedere se riusciranno a convivere con il coach campione d’Italia in carica che chiederà loro anche un’applicazione difensiva che fino ad oggi non hanno mai mostrato.

Guardando all’Italia ed ai giovani, sarà molto interessante vedere la crescita che riusciranno ad avere due giocatori come Alessandro Gentile e Niccolò Melli sotto la guida di Banchi che ha sempre dimostrato di saper lavorare con i giovani e di valorizzarli al massimo.

Olimpia Milano
Olimpia Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *