#MotoGP: il Gp del Qatar apre la stagione 2018. La #Ducati a caccia di #Marquez! E #Rossi avrà qualche chance di vittoria?

Domenica 18 marzo 2018 prenderà il via la stagione 2018 della MotoGP. Ancora una volta sarà Marc Marquez il grande favorito per la conquita del titolo iridato, ma sembra che quest’anno possano essere della partita molti piloti. La Ducati sembra essere la contender numero 1 del n°93 della Honda, ma nonostante un inverno difficile anche la Yamaha proverà ad essere della partita, e non dovrà essere sottovalutata nemmeno la Suzuki che è chiamata a riscattare la pessima stagione 2017. Insomma, sembra proprio che ci sarà da divertirsi. Per capire cosa ci aspetta basterà seguire la prima gara stagionale, che prenderà il via alle ore 17 di domenica 18 marzo sul circuito di Losail.

MARQUEZ IL FAVORITO

Ancora una volta il favorito della vigilia è Marc Marquez. Lo spagnolo è senza dubbio il miglior pilota in circolazione e la sua Honda è una moto strepitosa. La Ducati quest’anno fa paura, ma il campione in carica ha dimostrato di sapersi gestire bene nel corpo a corpo. Ma partire con i favori del pronostico potrebbe mettere pressione allo  spagnolo.

DOVIZIOSO E LA DUCATI PROVERANNO A FARE LA STORIA

Lo scorso anno la Ducati ha fatto un grandissimo salto di qualità, che è coinciso con la definitiva maturazione e consacrazione di Andrea Doviziso. Nei test invernali il binomio italiano ha dimostrato di avere le carte in regola per giocarsi il titolo iridato. La GP18 è una grandissima moto e Dovizioso è super motivato. Vincere il campionato vorrebbe dire fare la storia della Ducati e del motociclismo, perché si tratterebbe della prima vittoria di un italiano in sella alla Rossa di Borgo Panigale che ha vinto il suo unico titolo con Casey Stoner. Ci sarebbe anche Lorenzo, ma non credo che il maiorchino possa giocarsi il titolo.

Andrea Doviziso sulla GP18
Andrea Doviziso sulla GP18

YAMAHA: ROSSI E VINALES SONO UN’INCOGNITA

Nei test invernali sembra che la Yamaha non abbia risolto i problemi di elettronica che l’hanno penalizzata la scorsa stagione. Rossi e Vinales sono due piloti veloci, potenzialmente da titolo, ma senza una moto all’altezza della concorrenza faranno fatica anche quest’anno. Riusciranno ad uscire dal tunnel e ad inserirsi nella lotta mondiale?

Intanto Valentino Rossi ha rinnovato con la Yamaha fino al 2020.

Valentino Rossi
Valentino Rossi

IANNONE, PETRUCCI E ZARCO GUIDANO “GLI ALTRI”

Dopo i 6 piloti ufficiali che guidano le moto delle 3 scuderie più forti del mondiale c’è un folto gruppo di piloti molto interessanti che potranno provare ad inserirsi nella lotta per la vittoria in alcune gare. Fra questi ci sono due italiani, Iannone e Petrucci, ed il francese Zarco.

Iannone sembra avere tra le mani un’ottima Suzuki in questa stagione, ma dovrà essere bravo a non commettere gli errori banali in cui è incappato la scorsa stagione. Petrucci è sempre molto veloce, ma la sua moto è un passo indietro alla Ducati ufficiale e difficilmente avrà la possibilità di stare stabilmente con i primi. Zarco è stato la sorpresa della scorsa stagione e nel 2018 è chiamato a ripetersi con la Yamaha clienti.

Andrea Iannone
Andrea Iannone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *