MotoGP: si riparte da Marquez. Ma Rossi c’è!

Ieri a Losail, in Qatar, ha preso il via il Motomondiale 2014. La MotoGP è ripartita da dove l’avevamo lasciata, ovvero dal fenomeno Marc Marquez che prima conquista la poleposition e poi trionfa davanti a Valentino Rossi al termine di una gara al cardiopalma.

Il campione del mondo spagnolo in sella alla sua Honda ha messo tutti in riga sotto i riflettori del Qatar, conquistando il primo GP della stagione, nonostante non fosse al meglio della condizione a causa della microfrattura al perone subita in inverno. E’ stata una vittoria bellissima quella dello spagnolo, che ha fornito un’altra prova della sua immensa classe battendo nel corpo e corpo finale Valentino Rossi.

La gara è stata spettacolare, sia per le cadute che hanno di fatto condizionato il piazzamento finale dei piloti, sia per l’elevata competitività sia dei Team Factory che di quelli Open, con 5 piloti che si sono giocati la vittoria fino a 3 giri dal termine, quando sono scivolati fuori pista sia Bautista che Smith, con Pedrosa (3°) che ha mollato il duo di testa. Ma la gara ha fatto altre vittime illustri, in particolar modo Jorge Lorenzo, volato fuori pista all’inizio del secondo giro quando era in testa al gruppo, poi Iannone (che alla fine ha chiuso 10°) e infine Stefan Bradl a metà gara quando era in prima posizione.

La battaglia fra Marquez e Rossi è stata bellissima, con i due che si sono superati diverse volte fino al penultimo giro, con il campione spagnolo che è riuscito ad avere la meglio del Dottore al termine di uno spettacolare corpo a corpo. Sembra che la Yamaha si sia avvicinata alla Honda rispetto alla scorsa stagione, anche se per il momento un piccolo gap tecnico c’è ancora.

Pedrosa continua a prendere la paga dai compagni di squadra anche quando non sono al meglio. Il n°26 del Team HRC è partito piano, ha provato a rientrare fino al 3° posto, ma poi si è “ritirato dalla lotta” negli ultimi giri accontentandosi del 3° posto gentilmente offerto da Bautista che è volato fuori pista lasciando spazio a Dani sul podio.

Buone notizie anche in casa Ducati, non tanto per il 5° e 6° posto di Dovizioso e Crutchlow, che hanno beneficiato delle molte cadute degli avversari, ma soprattutto per la competitività della rossa e per il distacco finale, visto che lo scorso anno Dovizioso si beccò 25″, mentre quest’anno il gap è stato di 12″: la metà.

La prima gara è stata bella ed incoraggiante sotto molti punti di vista e la speranza è che quest’anno si possa assistere a delle gare appassionanti, con un Mondiale aperto fino alla fine. La prima gara infatti ci ha detto che con Marquez potrebbero lottare anche le Yamaha di Rossi e Lorenzo, ed anche le moto Open sembrano essere in grado di dare battaglia. Speriamo, perchè quella di ieri è stata una delle gare più belle ed appassionanti degli ultimi anni!!!

Valentino Rossi 2° in Qatar
Valentino Rossi 2° in Qatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *