#MotoGP: un Valentino #Rossi fenomenale vince per la 10ª volta ad #Assen

Ieri pomeriggio Valentino Rossi ha trionfato ad Assen al termine di una delle gare più belle della stagione MotoGP 2017. Per il Dottore è la 10ª vittoria iridata sul prestigioso olandese, conosciuto con il nome di “università delle due ruote” e che, per via delle sue velocità medie elevatissime, è uno dei più difficili del motomondiale. Per Valentino Rossi si tratta della vittoria numero 89 nella Classe Regina e della numero 115 in carriera. Rossi è anche il vincente più longevo delle due ruote, visto che sono appunto passati 20 anni e 311 giorni dalla prima vittoria iridata, che arrivò a Brno nel 1996 in 125.

Valentino Rossi ha trionfato ad Assen
Valentino Rossi ha trionfato ad Assen

Il Dottore era arrivato in Olanda dopo un periodo negativo che lo aveva allontanato dalla testa della classifica iridata. La Yamaha ha risposto presente alle richieste del pilota italiano che, dopo le difficoltà riscontrate nelle ultime gare da lui e Vinales, aveva chiesto alla casa giapponese di tornare sui propri passi da un punto di vista telaistico. La performance di Assen ha dimostrato che il n°46 aveva ragione, e la Yamaha con il nuovo telaio è tornata ad essere competitiva.

In questo momento il campionato mondiale è totalmente riaperto ed anche Valentino fa parte del lotto dei piloti in lizza per la corona iridata. Grazie alla caduta di Vinales, ora in testa al campionato c’è Andrea Dovizioso, che ieri ha chiuso al 4° posto (dopo le due vittorie consecutive conquistate nei GP precedenti). Il pilota della Ducati ha 115 punti e precede Vinales (111), Rossi (108) e Marquez (104). In questo momento ci troviamo di fronte al mondiale più bello ed incerto degli ultimi anni, con 4 piloti a giocarsi il titolo (due italiani e due spagnoli) in sella a 3 moto diverse.

Rossi, Petrucci, Dovizioso e Marquez ad Assen
Rossi, Petrucci, Dovizioso e Marquez ad Assen

Continua ad essere molto competitivo anche Danilo Petrucci, che ieri ha chiuso al 2° posto staccato di soli 63 millesimi da Rossi.  E’ in grossa difficoltà invece Jorge Lorenzo (ieri 15°), che non riesce a guidare in modo efficace la Ducati con la quale sta facendo molto bene il suo compagno Andrea Dovizioso. Lorenzo finisce costantemente dietro anche ai piloti non ufficiali della Ducati che sistematicamente danno la paga al maiorchino.

La prossima settimana si torna subito in pista al Sachsenring, su una pista molto tecnica dove sarà interessante vedere come si comporteranno queste MotoGP per le quali, a seconda delle condizioni meteo e della pista, sembra cambiare tutto da una domenica all’altra. Di sicuro Rossi, Dovizioso, Vinales e Marquez sono pronti a darsi ancora una volta battaglia, con  Danilo Petrucci che cercherà nuovamente di lottare per le posizioni di vertice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *