MotoGP: Valetino Rossi a caccia del 10° titolo iridato

Questo weekend a Losail inizierà la stagione 2015 della MotoGP che si preannuncia molto interessante. C’è Valentino Rossi che punta dritto al 10° titolo iridato, un obiettivo difficile da raggiungere ma nel quale il pesarese crede fortissimamente, grazie anche ai miglioramenti della sua Yamaha M1. Ma la stagione sarà interessante soprattutto perchè, se si confermeranno le sensazioni avute nei test prestagionali, saranno molti i piloti che si daranno battaglia: Marquez, Rossi, Lorenzo, Pedrosa, Dovizioso e Iannone partono tutti con molte ambizioni e cercheranno di lottare ogni domenica per la vittoria.

Come detto la prima tappa stagionale sarà il GP del Qatar, dove si correrà in notturna. Proprio su questa pista si sono svolti gli ultimi test invernali dominati dalle Ducati di Iannone e Dovozioso. Le due rosse di Borgo Panigale sono molto veloci soprattutto sul giro secco, ma potranno dire la loro anche in gara e Dovizioso dice che l’obiettivo minimo nella prima gara della stagione sarà il podio. Anche la Honda, soprattutto con Marquez, ha fatto vedere di essere in gran forma, ma sono sicuro che Rossi e Lorenzo con la loro M1 saranno della battaglia come sempre.

Il favorito per il titolo iridato rimane Marc Marquez, ma Rossi e Lorenzo sembrano più vicini rispetto alla scorsa stagione e proveranno fin da subito a mettere in difficoltà il n°93 della Honda. Sembra ancora difficile pensare che anche le Ducati possano lottare per il titolo, ma sicuramente i due piloti italiani della GP15 avranno diverse chance di lottare per la vittoria nel corso della stagione, ed anche se il titolo iridato non fosse alla loro portata potranno comunque “fare da giudici” nella lotta per il mondiale 2015. Ancora una volta non viene preso in considerazione da nessuno il solito Dani Pedrosa, che in tutti questi anni di MotoGP ha sempre preso la paga da compagni ed avversari.

MotoGP: Valetino Rossi a caccia del 10° titolo iridato
MotoGP: Valetino Rossi a caccia del 10° titolo iridato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *