#NBA 2015/2016: Today is the Day, i Love this Game!

Oggi è il giorno che tutti gli amanti del Basket aspettavano dallo scorso 16 Giugno 2015, quando i Golden State Warriors sbancarono la Quicken Loans Arena (per 97–105) e si laurearono Campioni NBA. Oggi inizia la stagione NBA 2015/2016 con 3 partite in programma che vedranno i Detroit Pistons impegnati sul campo degli Atlanta Hawks, i Cleveland Cavs in trasferta a Chicago mentre i Pellicans di Anthony Davis sfideranno i campioni in carica dei Golden State Warriors di Stephen Curry.

Fare pronostici su quello che verrà è praticamente impossibile, ma sicuramente lo spettacolo sarà bellissimo come sempre. Sono moltissimi i temi che caratterizzeranno la stagione NBA 2015/2016, proviamo ad analizzarne alcuni.

L’ULTIMO BALLO

La prossima stagione probabilmente rappresenterà il cosiddetto “ultimo ballo” per diversi giocatori. Tra questi Kevin Garnett e Vince Carter, che sono giunti al termine delle loro fantastiche carriere. “The Big Ticket” potrà appendere le scarpe al chiodo con in bacheca il titolo NBA conquistato nella stagione 2008 (con i Celtics), mentre per “Vincredible” sarà difficile coronare la sua straordinaria carriera con l’Anello NBA. Potrebbe essere giunta al capolinea anche la fantastica carriera di Kobe Bryant, il cui faraonico contratto scade a fine stagione. Ma secondo me il Black Mamba ha ancora tanta voglia di giocare, quindi se riuscirà a passare questa stagione senza gli infortuni che lo hanno tormentato negli ultimi due anni potrebbe anche decidere di continuare a calcare i parquet della NBA. Anche Tim Duncan è piuttosto avanti con gli anni, ma sembra che il n°21 degli Spurs ringiovanisca con il passare degli anni.

Kevin Garnett
Kevin Garnett

I RIENTRI ECCELLENTI

I moltissimi infortuni della scorsa stagione arricchiscono quella che sta per iniziare di un argomento interessante, ovvero il rientro in campo di moltissimi giocatori. Tra questi troviamo Kevin Durant, Kobe Bryant, Chris Bosh, Kevin Love, Darrick Rose, Ricky Rubio, Brandon Jennings, Julius Randle, ed anche Paul George che lo scorso anno giocò solo una manciata di partite nel finale di stagione. Saranno tutti pronti per una nuova e lunghissima stagione agonistica come quella NBA? Riusciranno a tornare ai loro livelli?

Kevin Durant e Kobe Bryant
Kevin Durant e Kobe Bryant

I ROOKIE

Sarà molto interessante vedere all’opera anche diversi rookie che nel giro di qualche anno diventeranno i giocatori più importanti della NBA. Ovviamente il mio interesse principale riguarda D’Angelo Russell, il nuovo playmaker dei Los Angeles Lakers che i gialloviola hanno scelto con la seconda chiamata del Draft 2015. Ma hanno le carte in regola per diventare dei giocatori dominanti anche Karl-Anthony Towns (Minnesota Timberwolves), Jahlil Okafor (76ers) e Willie Cauley-Stein (Kings). C’è molta attesa anche nella Grande Mela per il lettone Kristaps Porziņģis oltre che per Mario Hezonja degli Orlando Magic, due giocatori che sembrano essere già pronti per giocare minuti importanti. Ed attenzione a Stanley Johnson, perchè l’ala piccola ai Pistons dovrebbe avere molto spazio. E se fosse lui il prossimo rookie of the year?

D'Angelo Russell
D’Angelo Russell

LA RINCORSA AL PRIMO ANELLO

Ci sono molti giocatori che dopo anni di carriera stanno ancora rincorrendo il primo titolo NBA della loro carriera. Il primo nome è quello di Chris Paul, che la scorsa primavera ha compiuto 30 anni. La sua carriera è ancora lunga, ma il tempo passa inesorabile e la concorrenza si sta facendo ogni anno più serrata. I Clippers, con Paul, Griffin e soci hanno bisogno di incassare i dividendi del lavoro svolto nelle ultime due stagioni. Ce la faranno? Anche Durant e Westbrook hanno accarezzato l’anello NBA in passato, ma gli avversari e gli infortuni hanno impedito che ciò accadesse. Il 2016 sarà l’anno buono? E poi ci sono James Harden e Dwight Howard, oppure Marc Gasol e Zach Randolph. La particolarità è che tutti questi giocatori fanno parte delle Western Conference……

Chris Paul e Blake Griffin
Chris Paul e Blake Griffin

LA RINCORSA ALLA STORIA

L’anno scorso Lebron James ha sfiorato il titolo NBA. Di fronte si è trovato una delle squadre più belle degli ultimi anni ed ha dovuto affrontarla senza l’apporto di giocatori importanti come Irving, Love e Varejao. Quest’anno ci riproverà sicuramente, ma la concorrenza sarà agguerritissima. Ma potrebbero scrivere la storia anche gli Spurs se conquistassero il 6° titolo NBA della loro storia, oppure i Golden State Warriors se riuscissero a centrare un difficilissimo back to back!

Lebron James
Lebron James

Chiudo con il video di promozione realizzato dalla NBA per la stagione 2015/2016. Intanto godetevi questo…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *