#NBA: Ettore Messina nel mirino dei Lakers

Ettore Messina potrebbe essere il nuovo allenatore dei Lakers. La franchigia californiana ha ottenuto il “permesso” dei San Antonio Spurs di intervistare l’allenatore italiano, che dallo scorso anno è l’assistente di coach Popovich in Texas, per valutarlo come prossimo allenatore dei Los Angeles Lakers. Cosa farà Messina nel caso in cui davvero i Lakers decidessero di affidargli la panchina?

La dirigenza gialloviola, che ha sollevato dall’incarico Byron Scott dopo 2 stagioni (con 38 vittorie e 126 sconfitte), sta cercando l’allenatore per le prossime stagioni, l’head coach che avrà il compito di risollevare la gloriosa franchigia che ha scritto la storia della NBA. Ma Ettore Messina non è l’unico candidato, perchè è in corsa per la panchina anche un ex giocatore dei Lakers: Luke Walton, attuale assistente allenatore di Steve Kerr a Golden State.

L’estate che sta per arrivare potrebbe e dovrebbe essere il punto zero per la franchigia gialloviola che dopo il ritiro di Kobe Bryant deve ripartire da 3 giocatori e da tante incognite. I punti fermi saranno D’Angelo Russell, Jordan Clarkson e Julius Randle. La squadra dovrà essere costruita attorno a loro puntando sui free agent dell’estate 2016 (Kevin Durant su tutti) e sulle scelte del prossimo Draft (i Lakers hanno la scelta protetta solo se pescheranno una delle prime 3).

Perchè Messina dovrebbe accettare? Perchè se ti chiamano i Lakers non puoi dire di no. Ettore diventerebbe il primo allenatore europeo nella NBA ma soprattutto si siederebbe sulla seconda panchina più titolata della Lega. Ai Lakers lo conoscono bene perchè in California c’è già stato nel 2011/2012 come assistente di Mike Brown. Perchè

Perchè Messina non dovrebbe accettare? Perchè sarebbe comunque un salto nel buio visto che non può sapere in anticipo che tipo di squadra andrebbe ad allenare. Perchè ai Lakers bisogna vincere e non ci sarebbe il tempo per costruire, anche se di anni ne sono stati buttati via tanti ultimamente. Perchè potrebbe liberarsi anche la panchina dei San Antonio Spurs e forse quella sarebbe una chance ancora più ghiotta per l’attuale CT italiano.

Per Luke Walton sarebbe molto più semplice dire di sì. Per lui ora come ora non ci sono altre prospettive da head coach e sicuramente non avrà la possibilità di scalare posizioni a Golden State almeno per qualche anno. Quindi credo che lui direbbe di sì ad occhi chiusi ai Lakers.

Ci sono anche degli outsider come Kevin Ollie, Calipari e Jeff Van Gundy, ma sinceramente non credo siano percorribili. Sono solo delle alternative nel caso in cui sia Messina che Walton decidessero di rifiutare. Noi ovviamente tifiamo per Ettore….

NBA: Ettore Messina nel mirino dei Lakers
NBA: Ettore Messina nel mirino dei Lakers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *