#NBA: i Los Angeles Lakers annunciano di aver raggiunto un accordo con Luke Walton per il ruolo di head coach

Luke Walton sarà il 26° allenatore della storia dei Los Angeles Lakers. Il direttore generale Mitch Kupchak ha annunciato che la franchigia gialloviola e Luke Walton hanno raggiunto un accordo e che Walton ha firmato un contratto pluriennale grazie al quale sarà il prossimo head coach della franchigia californiana. Walton inizierà a lavorare con e per i Los Angeles Lakers appena concluderà la stagione con i Golden State Warriors.

Ecco  le parole di Mitch Kupchak al momento dell’annuncio dell’accordo con il nuovo allenatore: Siamo entusiasti di riportare Luke a Los Angeles dove crediamo che possa iniziare una straordinaria carriera come allenatore. E ‘una delle giovani menti più brillanti tra gli allenatori in circolazione e ci sentiamo fortunati di averlo come allenatore della nostra squadra per il nostro prossimo futuro“.

Walton ha iniziato la sua carriera in panchina nell’estate del 2014 quando è entrato a far parte dello staff dei Golden State Warriors con il ruolo di assistente allenatore di Steve Kerr. Lo scorso anno ha messo in bacheca il titolo NBA ed all’inizio di questa stagione ha guidato la squadra come capo allenatore ad interim al posto di Steve Kerr registrando un record di 39 vittorie e 4 sconfitte (compreso il 24-0 con cui ha aperto la stagione che è il miglior inizio nella storia della NBA).

Come ha detto Kupchak quello di Luke Walton è un ritorno. Nel draft NBA del 2003 è stato selezionato con la 32ª scelta assoluta proprio dai Los Angeles Lakers, squadra con la quale ha giocato per 9 stagioni conquistando il titolo NBA nel 2009 e nel 2010.

Luke Walton sarà il 26° allenatore della storia dei Los Angeles Lakers
Luke Walton sarà il 26° allenatore della storia dei Los Angeles Lakers

La firma di Luke Walton mette fine alle speranze di chi pensava che sarebbe stato Ettore Messina il prossimo allenatore dei Lakers. La franchigia gialloviola avrebbe dovuto incontrare Messina a San Antonio all’inizio della prossima settimana per parlare anche con lui di un suo possibile incarico per la panchina dei Lakers, ma l’intesa immediata trovata da Kupchak con Walton ha messo fine a questa possibilità.

Sinceramente da tifoso Lakers preferisco vedere Walton sulla gloriosa franchigia gialloviola. Credo che la sua filosofia sia più in linea con quello che richiede una franchigia come i Lakers ed in un momento così delicato per la franchigia giallovila penso che possa dedicare più energie di Ettore alla costruzione dei Lakers, visto che Messina sarà impegno con la nazionale italiana dalla fine di giugno (e speriamo che lo sia fino al termine delle Olimpiadi di Rio).

Detto questo, penso che Ettore sia un grandissimo, ma a 56 anni spero che la sua chance non arrivi sulla panchina di una squadra da rifondare come i Lakers, ma magari sulla panchina dei San Antonio Spurs che potrebbe liberarsi a breve e per la quale sarà il candidato principale quando Popovich deciderà di lasciare. E nel caso in cui gli Spurs dovessero vincere il titolo NBA 2016 credo che questa possibilità possa arrivare già quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *