NBA: l’anno dei Thunder

Durant-Wesbrook

Questa stranissima stagione NBA, corta ed intensa, sta consacrando una squadra che è cresciuta esponenzialmente in questi anni e che da inizio anno sta dominando la Western Conference. Sono gli Oklahoma City Thunder, la squadra di Kevin Durant (MVP indiscusso fino ad oggi) e Russel Westbrook ma anche di James Harden, Serge Ibaka e di coach Scott Brooks.

Secondo me se l’inesperienza e la giovane età del roster non faranno brutti scherzi, i Thunder sono i favoriti per la conquista del titolo NBA. Ma soprattutto, credo che siano chiamati a centrare la vittoria finale anche e soprattutto perchè in futuro un’occasione ghiotta come questa sarebbe difficile da ritrovare.

I Thunder sono i favoriti perchè hanno il miglior giocatore della NBA, al secondo Kevin Durant, semplicemente immarcabile perchè un giocatore di 2,06 con le sue capacità tecniche ed atletiche è veramente illegale. Ma tutto il roster è di alto livello, a partire dal quintetto che può contare anche su Russel Westbrook, Serge Ibaka e Kedrick Perkins ed una panchina affidabilissima con  James Harden (miglior 6° uomo della Lega), l’affidabilissimo Nick Collison ed ora anche il veterano Derek Fisher che potrebbe portare in squadra esperienza e carisma da vendere. Ovviamente non è da sottovalutare nemmeno il ruolo di coach Scott Brooks che se in attacco con quei giocatori non ha bisogno di porsi troppi problemi, ha costruito una squadra difensivamente impressionante, cosa molto importante in previsione dei playoff.

Dicevo che i Thunder sono chiamati a vincere quest’anno per due motivi. Non riuscire a centrare almeno la Finale (e vincerla naturalmente) potrebbe creare dei risvolti psicologici pericolosi, soprattutto perchè partirebbe inesorabile l’attacco da parte dei Media un’pò come è successo (giustamente) con Lebron James. Il secondo motivo è nel roster che soprattutto in caso di mancata vittoria potrebbe subire dei cambiamenti, perchè due giocatori come Harden e Ibaka a fine stagione batteranno cassa per il rinnovo del contratto che è già stato concesso alle due stelle Durant e Westbrook. E come si dice in America, business is business, con i giocatori che scelgono praticamente sempre e solo in base all’offerta economica che hanno sul tavolo.

Ecco qua invece i miei pronostici per le finali di conference.

Est: Chiacago-Miami (outsider Boston)

Ovest: Oklahoma-SanAntonio (outsider Dallas)

Kevin Durant - Sarà lui l'MVP 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *